La musica elettronica sul tetto: ecco l'edizione 2010 del "Half Die Festival"

HalfDieFestival2010

Immaginate il meglio della scena italiana e straniera in ambito elettronico. Immaginatevi la terrazza di un grande loft a Roma, con vista sull'acquedotto. Siete in pieno orario aperitivo insieme a molti altri appassionati, tutti silenziosi e attenti, a bere qualcosa e ascoltare le performance live.

Sembra una situazione troppo ideale per essere vera, una di quelle storie che arrivano da altre capitali europee. Invece tutto questo accade ogni anno dal 1997 e il 2010 non fa eccezione. L' "Half Die Festival" è tornato e per quattro domeniche sarà nuovamente ospitato dal "Morpugo Roof", la terrazza nel quartiere Mandrione.

Dalle ore 19 alle ore 22 (e non oltre, per non disturbare il già comprensivo vicinato) il 4, 11, 18 e il 25 luglio si avvicenderanno le esibizioni dal vivo di artisti italiani e stranieri selezionati da Giovanni Rosace, in arte Giannimusic. La rassegna è assolutamente no cost, sia per gli artisti che partecipano gratuitamente, che per il pubblico. Basta registrarsi mandando una mail a wulfang@infinito.it

Il Festival è stato il soggetto del documentario “Half Die The Movie” prodotto da Digital Delicatessen e Monofase, che è stato presentato al Tekfestival e al Romadoc Festival dove vinto il secondo premio. Di seguito, il programma completo e le 'regole' da osservare per partecipare e godersi i concerti al meglio.

Programma Half Die Festival 2010

4 luglio - ore 19
Mark Templeton (live set) – Canada
Selecta: Gianni Music

11 luglio - ore 19
TUMBLE - Andrea Belfi & Attila Faravelli (live set) - Italia
Mike Cooper plays Rayon Hula (live set) – Inghilterra
Selecta: Gianni Music

18 luglio - ore 19
Svarte Greiner (live set) - Norvegia
Okapi (live set) – Italia
Selecta: Gianni Music

25 luglio - ore 19
Simon Scott (live set) - Inghilterra
Yannis Kiriakides & Andy Morr plays "Rebetika" (live set) - Grecia/Inghilterra
Selecta: Made in China

DA SAPERE

- è gradita la prenotazione via e mail (wulfang@infinito.it)
- non parcheggiare e non entrare con macchine e motorini dentro il vicolo di Porta Furba
- non fare schiamazzi e non dare fastidio al vicinato già di per se tollerante
- portare qualcosa da bere
- rispettare gli orari e osservare un religioso silenzio durante lo svolgimento della performance live
- no scarpe aperte
- Venite con chi vi pare pur che sia edotto delle regole.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: