Gita fuori porta: a Pontinia la salsiccia più lunga d’Italia

Sarà una salsiccia da Guinness dei primati, lunga circa 500 metri in un unico budello naturale italiano, quella cucinata domani a Pontinia, per il secondo anno consecutivo. Un appuntamento che fin da subito si è rivelato interessante per la sua triplice dimensione di aggregazione, festa folkloristica e beneficenza.

La salsiccia, infatti, dopo la gara, sarà venduta e il ricavato devoluto per scopi umanitari. A completare l’offerta della serata, musica popolare, intrattenimento per bambini e un ambiente caratteristico d’epoca che verrà ricreato in un angolo della strada.

Non deve stupire che una manifestazione del genere sia di casa a Pontinia, piccolo centro a metà strada fra Latina e Sabaudia: qui infatti, in particolare, si stabilirono i coloni ferraresi trasferiti per la bonifica dell’Agro pontino e insegnarono alla popolazione il metodo semplice e genuino di lavorazione del’insaccato.

Pontinia, infatti, è detta ‘Città della fondazione’, creata nel 1935 durante i lavori di prosciugamento delle paludi. A memoria di questo, potrete visitare il museo ‘La malaria e la sua storia’, fondato nel 1990.

Ma Pontinia non è solo questo, anche se per apprezzarla dovete amare l’architettura del periodo. Il centro della cittadina è costituito da Piazza Indipendenza, dove sorgono i primi edifici costruiti: il Palazzo municipale, quello delle Poste e il Cinema Teatro, oggi dedicato a Fellini. Al centro, una fontana circolare con panchine di marmo.

Inoltre potete fare un salto al Monumento ai Caduti di tutte le guerre e dell’opera di bonifica, con le raffigurazioni del maestro locale Franco Turco, o alla Chiesa di Sant’Anna, che domina la città con la sagoma caratteristica del suo altissimo campanile bianco.

Se, invece, avete gusti più classici, non vi perdete il Mausoleo di Clesippo, una delle testimonianze archeologiche più importanti del territorio, costruito nel I secolo d.C. accanto al Casale di Mesa. Secondo la leggenda, Clisippo era uno schiavo liberato dalla sua padrona per soddisfarne i ‘desideri terreni’. Non è cambiato poi troppo, il mondo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: