Ticket al Pronto Soccorso, Roma confusa

FlickrIl pagamento del ticket per i cosiddetti "codici bianchi" (quelli che non prevedono ricovero) non era cosa nuova. Già previsto in 12 Regioni, la Finanziaria lo ha semplicemente esteso a tutto il territorio italiano, Lazio compreso. Che - però - sembra aver applicato la regola con una certa confusione.

Gelante il giudizio di Repubblica al riguardo: "Nel Lazio praticamente non ha pagato nessuno". Di sicuro c'è molta poca chiarezza sui metodi di riscossione: al San Giovanni viene richiesto il pagamento diretto sul conto corrente bancario dell'Istituto, altrimenti niente visita. All'Umberto I ai pazienti viene al contrario fatto compilare un modulo per poterli ricontattare in seguito per informazioni. Insomma, come al solito non ci si capisce nulla e viene il dubbio di come sia possibile - ogni volta - questa mancanza d'organizzazione su cambiamenti previsti da tempo.

Nel frattempo i sindacati sono sul piede di guerra. Il prossimo 20 gennaio CGIL, CISL e UIL manifesteranno uniti contro i tagli alla Sanità laziale previsti per ridurre il grosso deficit di bilancio del servizio sanitario regionale. A preoccupare sono il taglio al personale, ma soprattutto la riduzione dei posti letto e la ventilata possibilità d'introduzione di nuovi ticket.

Insomma: anno nuovo, problemi vecchi. E intanto il cittadino fa la fila per una visita.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: