Saldi a Roma: il 3 luglio si avvicina, ma c'è già chi ha iniziato con i ribassi

saldi a roma giustiManca una settimana ai saldi estivi (che -lo ricordiamo- inizieranno il prossimo 3 luglio) e già si avanzano le prime ipotesi su quanto i romani spenderanno nei negozi della Capitale e dintorni. A fornire le stime sono Confcommercio e Confesercenti che prevedono un lieve calo rispetto al 2009 con una spesa complessiva per famiglia che scenderebbe dai 300 ai 250 euro.

Con questi saldi, la categoria dei negozianti punta a recuperare il 10% delle perdite accumulate, ma le previsioni non sono affatto rosee. Sembra infatti che l'anno si chiuderà con il segno negativo e la spesa complessiva diminuirà per un valore tra il 15 e il 20%. Anche per questo, pur nel rispetto delle ordinanze che vietano tassativamente l'utilizzo del termine “Saldi” oltre i giorni concordati, alcuni esercizi commerciali cominciano a prezzare i capi al ribasso.

Non solo. I negozianti promettono svendite ancora più clamorose di quelle della passata stagione. Già dalla prima settimana, sembra infatti che i prezzi si avvicineranno al 50% dell'importo originario. Senza distinzione tra grandi e piccole marche. Intanto però si fanno sentire le proteste delle associazioni di categoria.

Stanno per indire un referendum che verrà presentato il prossimo 15 luglio, sulla data di gennaio 2011, sperando in un posticipo. Inoltre propongono il via agli sconti solo quando la stagione è finita e che, a livello nazionale, ci sia una data di inizio unica per tutte le regioni per evitare favoritismi. E voi? Siete già a caccia di offerte? Avete scovato i negozi che giocano d'anticipo?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail