Estate Romana in centro: basta contributi del Comune

Palomita_flickr_jvc

L’Estate romana è appena iniziata, sempre più ricca di iniziative, forse anche troppe, che comunque costano troppo al Comune in bolletta (nonostante le nostre bollette siano sempre più care), e a quanto pare sarà anche l’ultima che finanzia, almeno al centro storico.

Perfettamente in sintonia con il nuovo bilancio etico di Roma sempre più rigoroso nei confronti di approfittatori ed evasori, lo stesso Gianni Alemanno afferma: "I soldi dei cittadini non devono essere utilizzati per finanziare rassegne culturali nel centro storico. D'ora in poi finanzieremo solo le manifestazioni nelle periferie anche perché è indispensabile un riequilibrio che comporti una minore pressione degli eventi sulle aree monumentali".

Belle parole, che non hanno mancato di colpire nel segno, scatenando le consuete polemiche del Pd e mettendo gli interessati a caccia di sponsor per la prossima stagione estiva. Per noi consumatori che cambierà? Forse niente. Forse ne ricaveremo qualche servizio in più. Forse con un’offerta di stimoli minore apprezzeremo e ci godremo di più quelli che abbiamo, e forse correremo anche il rischio di usare un po’ di creatività per viverla come ci piace.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: