Dopo le risse ecco i soldi - Dal Campidoglio in arrivo 243 milioni per i municipi

Sono senza soldi da sei mesi per la mancata approvazione del bilancio comunale. Le buche sulle strade di competenza aumentano. I servizi sociali sono al limite. Le scuole, parafrasando il presidente del XV municipio Gianni Paris, "stanno crollando". Finalmente, però, a poche ore dalla rissa sfiorata in Campidoglio tra lo stesso Paris e l'assessore al Bilancio, Maurizio Leo, (vedi il video) ecco finalmente in arrivo le risorse annuali per i municipi capitolini: 243,46 milioni per l'esattezza.

Si potrebbe titolare così: per i municipi di Roma, dopo le risse, arrivano i soldi. In effetti ieri il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha comunicato nel dettaglio le cifre destinate ai 19 mini sindaci della Capitale. Ve le riportiamo anche noi. Al Municipio I vanno 15,43 milioni con un'aumento percentuale rispetto all'anno precedente del 3,77%. Al Municipio II 10,84 milioni con una variazione dello 0%. Al Municipio III 6,39 milioni con una variazione del 9,61%. Al Municipio IV 13,43 milioni con una variazione in negativo pari a -0,44%. Al Municipio V 15,26 milioni con una variazione del 6,39%. Al Municipio VI 9,55 milioni con una variazione del 6,35%. Al Municipio VII 13,99 milioni con una variazione del 10,68%. Al Municipio VIII 17,11 milioni con una variazione del 8,02%.

Al Municipio IX andranno 8,48 milioni con una variazione del 6,80%, Al Municipio X 14,31 milioni con una variazione del 6,16%. Al Municipio XI 10,6 milioni con una variazione del 9,73%. Al Municipio XII 16,61 milioni con una variazione dello 0,79%. Al Municipio XIII 17,98 milioni con una variazione in negativo pari a -0,22%. Al Municipio XV 12,15 milioni con una variazione dell'11,16%. Al Municipio XVI andranno 11,11 milioni con una variazione in negativo pari a -0,89%. Al Municipio XVII 8,17 milioni con un aumento del 2,13%, Al Municipio XVIII 11,32 milioni con una variazione del 9,58%. Al Municipio XIX 15,73 milioni con un aumento dello 0,74% ed al Municipio XX 15 milioni con una variazione in negativo pari a -0,53%. La ripartizione è stata calcolata sulla base di popolazione residente e grandezza del territorio. L'aumento rispetto al 2009 è del 4,25%.

  • shares
  • Mail