Fotografia-Festival Internazionale di Roma 2013: Vacatio tra assenze ed essenze

La XII edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma è Vacatio, guarda, mostra e racconta le assenze e le sospensioni del mondo, con quelle della fotografia, dal 4 ottobre al 1 dicembre 2013.

La dimensione sospesa delle nostre esistenze, con pochi punti di riferimento, in gran parte vacui e inconsistenti, e una mano di estetica a presa rapida capace di palesare l'intangibile assenza, rende i nostri sguardi sensibili alle visioni e riflessioni sull'essenza, l'identità e la profondità, garantite dalla Vacatio scelta, come tema e stimolo della nuova edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma.

Un universo che guarda, mostra e racconta le assenze e le sospensioni del mondo, con quelle della fotografia, spinta ai confini del reale, del bisogno di testimoniare, di riflettere su quello che c’è, che manca, che potrebbe esserci in un periodo di incertezza e transizione, attraverso i contributi di circa 200 fotografi, più di 2.000 fotografie, e oltre 100 tra mostre, book signing, concorsi, letture di portfolio e workshop, con uno spazio dedicato all’editoria indipendente e auto pubblicata.

Il viaggio nella terra di mezzo tra il reale e tutto quello che non lo palesa, i paesaggi sospesi di Elger Esser (foto, Beg en Aud, 2006) e i paradisi polinesiani di Guy Tillim (foto Second Nature II), la finzione dell'Actuality di Jeff Wall, i ritratti del presente di Patrick Faigenbaum a Villa Medici e Another Country di Paolo Pellegrin nella Sala Enel del MACRO, twins di Paolo Ventura in mostra con il fratello gemello alla nuova libreria galleria romana One Room (piazza dei satiri, 55), specializzata in fotografia contemporanea, l'omaggio allo scomparso Gigi Giannuzzi e la sua casa editrice Trolley Books.

Un tour nella capitale dei ritratti di quartiere. Dallo stabilimento Birra Peroni al MACRO (foto) pronta a crescere con le nostre foto del quartiere Salario-Nomentano da scovare nei vecchi vostri album di famiglia, e quella fotografata da Tim Davis per la XI edizione della Commissione Roma, dopo quella di Josef Koudelka, Martin Parr, Graciela Iturbide, Alec Soth, Guy Tillim e Paolo Ventura.

La punta di un iceberg (e un fitto programma) che ha intenzione di entrare in rotta di collisione con i nostri sguardi e scuotere le nostre esistene, spostandosi all'interno di un circuito espositivo che tocca gallerie e accademie, spazi espositivi e istituzionali, dal MACRO a Eataly, passando per la Fondazione Pastificio Cerere.

Un'edizione Vacatio e sospesa anche nei fondi, affidati ad una piattaforma di crowdfunding, per raccogliere il sostegno di ogni contributo, anche simbolico, a partire dalla cifra di 5 euro. Il viaggio è partito, a voi non resta che scegliere dove iniziarlo.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail