"Parco dell'Arte e dell'Architettura": ecco il nuovo spazio verde del Corviale

CorvialeParco

Dopo la temeraria proposta di abbattimento avanzata da Buontempo, finalmente una notizia che restituisce dignità ad uno dei luoghi più controversi e bistrattati di Roma. Il Corviale (leggetevi la bella storia raccontata da Roby per saperne di più) vede finalmente approvato un progetto che mira alla ristrutturazione della "Riserva naturale Tenuta dei Massimi" proprio davanti l'inquietante 'Serpentone'.

L'area verde sarà infatti divisa in quattro settori all'interno dei quali artisti e architetti lavoreranno insieme. Il progetto -promosso per creare un luogo che rilegga e rilanci il paesaggio- segue il ciclo agricolo delle stagioni e nasce da un idea del presidente della "Fondazione Volume". La realizzazione inizierà a partire dalla fine dell'anno in corso e consegnerà alla città il "Parco dell'arte e dell'architettura", anche ribattezzato "Parco nomade"visto che le sculture-container potranno essere 'esibite' in altri parchi d'Europa.

Artisti come Carla Accardi, Jannis Kounellis, Mimmo Paladino realizzeranno installazioni ambientali collaborando con un team di architetti che apporteranno il loro contribuito (tra i vari nomi: Massimiliano Fuksas e Paolo Desideri). Le opere saranno infatti vere e proprie 'stanze' ognuna tematizzata secondo alcuni elementi già presenti sul luogo: la radura, le linee dell'acqua, le rette e gli incroci stradali e con i segni della tradizione agricola, ancora visibili.

Il tentativo di ideare un'architettura abitabile, secondo Achille Bonito Oliva, curatore del programma, che segue i cambiamenti delle quattro stagioni. Oltre alle opere, sono previste forme stabili adibite a servizi per il pubblico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: