Lazio-Fiorentina rischia rinvio per sciopero dei vigili, benvenuto Liporace

La Polizia Locale di Roma Capitale ha un nuovo comandante, e gli stessi problemi con i vigili in sciopero che mettono a rischio anche la partita di campionato Lazio Fiorentina.

Vigile nella Roma del 1955

Dal sito ufficiale di Roma Capitale ai social, arriva il sorriso radioso del sindaco Ignazio Marino che stringe la mano del nuovo comandante della Polizia Locale di Roma Capitale, il colonnello Oreste Liporace.

Un composto Capo Ufficio Relazioni con Pubblico del Comando Generale, in arrivo dall'Arma dei Carabinieri, con lauree in Economia e Commercio, Giurisprudenza e Scienze della Sicurezza, che ha già promesso maggiori livelli di efficienza, chiedendo più personale, e raccogliendo le prime proteste dall'Organizzazione Sindacale delle Polizie Locali (Ospol) per il nuovo comandante scelto all’esterno del corpo di polizia locale.

Una protesta che stando alla nota diffusa dal sindacato potrebbe avere le prime ripercussioni sull'incontro valido per l'incontro di calcio Lazio – Fiorentina valido per il campionato, in programma alle ore 20.45 di domenica 6 ottobre, quando

“non si potrà garantire il numero minimo di personale del Corpo che presta servizio ogni domenica allo stadio per mancanza di soldi”.

Un rischio di rinvio che si somma a quello dell'incontro di Roma - Napoli del 19 ottobre programmata lo stesso giorno della manifestazione No Tav, e aspetta l'esito della protesta sperando di tenere a bada quello dei tifosi.

Tutto si può dire, tranne che al nuovo comandante dei vigili di Roma Capitale, manchino le occasioni per mettere subito alla prova le capacità strategiche affinate con tre lauree e anni d'esperienza, gestendo il suo piccolo esercito di caschi bianchi, mezzi e risorse, magari approfittando delle nuove ricetrasmittenti in inglese che in via sperimentale stanno già creando difficoltà e denunce.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail