Francesco: dal Papa a Totti un nome quotato anche all'anagrafe di Roma

All'anagrafe di Roma, Francesco è il nome più quotato tra i bambini nati nel 2013, come il Papa e il Capitano della Roma. Una questione di fede.

Dal medico 'condotto' all'elettricista, passando per amici e parenti, la mia rubrica pullula di maschietti di nome Alessandro, Massimiliano e Massimo, e non vi dico su quanti di questi 'grava' l'eredità cinematografica de Il Gladiatore di Ridley Scott, nonostante la nostra Tassonomia di origine non lesini Imperatori e ogni genere di granduomo.

Del resto la scelta del nome è sempre stata un mera questione di gusti e fede, politica, religiosa, calcistica ... e se abbiamo un bel po' di ragazzini chiamati Benito nati sotto il periodo fascista, e il nome della Madonna svetta in testa alle top 10 di sempre per le neonate, come in ogni paese di fede cattolica, nella Roma di capitan Totti non pochi hanno scelto di chiamare il loro erede Francesco, come non stupisce il notevole incremento anagrafico del nome dopo alla nomina di Papa Francesco.

Scegliendo il nome di un santo e patrono d'Italia (che ha rinunciato ad ogni ricchezza materiale per quelle spirituali), con illustri omonimi, il vescovo di Roma ha infatti inciso parecchio sulle statistiche anagrafiche di Roma, che dai 648 piccoli Francesco nati nel 2012, ne conta bel 428 solo nei primi mesi del 2013, che coincidono con la salita al soglio pontifico di Jorge Mario Bergoglio.

Una posizione che per ora toglie il primato ai Lorenzo che dominavano la classifica dei nomi preferiti dai romani lo scorso anno, in una top 10 che conta anche parecchi Matteo, Alessandro, Gabriele, Leonardo, Tommaso... e immagino che con l'arrivo dei nuovi nati di altre etnie la classifica prima o poi potrebbe contemplare anche qualche nome che arrivano da Fuori Porta, di premier, icona o divo, da Hollywood a Nollywood, passando per Bollywood.

  • shares
  • Mail