Bar e punti di ristoro nei teatri: cambiano le regole


Ultimamente mi era capitato più di una volta di andare a teatro, avere voglia di una bibita fresca nell’intervallo e non poter soddisfare questo desiderio perché il bar interno aveva chiuso. Così l’assessore comunale al Commercio, Davide Bordoni, che deve essersene accorto, ieri ha presentato una delibera in materia.

Dopo l’incontro con il settore, sono state stabilite nuove regole per la somministrazione di bevande e alimenti all’interno dei teatri o comunque delle strutture che hanno come ‘core business’ l’attività culturale. Attraverso una semplice Dia si potrà ottenere il permesso: la somministrazione, comunque, sarà limitata agli orari di apertura del teatro.

Non ci saranno obblighi specifici come per i normali esercizi (tipo la sorveglianza degli spazi), ma resta fermo il rispetto della normativa igienico-sanitaria delle Asl. La delibera è molto importante perché giunge in un momento tanto delicato per il settore, gravato anche dalla crisi economica, e intende creare nuove possibilità di reddito e di lavoro.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: