La settimana dei Municipi: voglia d’estate e di festa


Da qualche anno noi romani siamo abituati a una Capitale che con l’avvicinarsi della stagione estiva si rifa il look: è come se si togliesse il cappotto e lasciasse scoperti piccoli tesori all’aperto, manifestazioni, kermesse, rassegne in arene cinematografiche proliferano in tutti i quartieri.

All’Eur, Municipio XI, a grande richiesta torna la manifestazione sportiva Big Gym, aperta fino all’8 agosto, dove, dalle 10 di mattina fino a tarda sera, ci si potrà cimentare con calcio, nuoto, tennis, volley, ma anche discipline curiose come il rapid football, il futbolokey o l’half pipe. Il biglietto giornaliero costa 7 euro, lo stagionale 85.

In piazza San Giovanni Battista de La Salle all’Aurelio (Municipio XVIII), invece, dal 3 luglio al 3 agosto apre i battenti l’Ecovillage, uno spazio interamente dedicato all’ambiente e alle energie rinnovabili, curato dall’associazione Green Generation, dove non mancheranno cene biologiche e serate in musica.

Sabato 12, poi (ma è stata presentata questa settimana), il Municipio II darà una festa in onore delle botteghe storiche romane per festeggiare i negozi che hanno alle spalle oltre 50 anni di attività. Nel territorio della ex circoscrizione sono circa 63, tra antiche rilegatorie, osterie romanesche, pelletterie artigianali e drogherie.

Per una manifestazione che viene, una che se ne va: niente di fatto per l’I-bar, che avrebbe dovuto sorgere in piazza Simon Bolivar, vicino alla Gallerie d’arte moderna, per tutta la durata dei Mondiali 2010. Era previsto un maxischermo, servizio bar e ristorante fino a mezzanotte, ma il gestore si è visto rifiutare i permessi dal Municipio II che ha preferito tutelare l’area di Valle Giulia e Villa Borghese.

Con l’estate che torna, torna anche la piaga del tavolino selvaggio: Orlando Corsetti, il presidente del Municipio I, il maggiormente colpito dal fenomeno, chiede una riforma della norma attuale sull’occupazione di suolo pubblico, a suo dire troppo farraginosa, con il risultato di dilatare eccessivamente i tempi d’intervento delle autorità.

E torneranno, con ogni probabilità, anche le ordinanze antivetro e antialcol. La prima coinvolgerà le serate del fine settimana negli esercizi del centro storico e dei Municipi III, VI, XI, XIII e XX; la seconda, invece, riguarda la consumazione di alcolici nelle ore notturne.

L’afa cittadina da un paio di giorni, nel Municipio XV, ha un nuovo nemico: il giardino di via Blaserna, quartiere Marconi, dove i bambini possono giocare al riparo e in piena sicurezza, grazie anche alla recinzione presente. Si tratta di un primo passo verso la realizzazione dell’ambizioso progetto del Parco Papareschi che coinvolgerebbe l’intera area.

Nel Municipio I, invece, estate significa anche invasione di turisti. Si sta pensando come accoglierli al meglio e rendere Roma una meta per vacanze sempre più appetibile. Come fare? Intanto è stata rifiutata dal miniparlamento l’ipotesi adottata da Barcellona: una strada divisa tra turisti e residenti con corsie separate. Meno male: i muri vanno fatti cadere, sempre.

Per incentivare il turismo, si potrebbe migliorare la circolazione: il traffico ne beneficerebbe. Così l’altra mattina, in occasione della Giornata mondiale per l’ambiente, il Municipio I e Cosmoroma hanno organizzato un’azione dimostrativa di pulizia delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche in piazza Mastai a Trastevere. L’iniziativa aveva l’obiettivo di denunciare l’impossibilità per gli utenti di utilizzarle a causa della sosta selvaggia e al tempo stesso sensibilizzare i romani verso la mobilità sostenibile.

Se il parcheggio selvaggio, ormai in tutta la città, è più una regola che un’eccezione, va segnalato che, nel Municipio IX, 3 cittadini su 4 non vogliono i cantieri per i Pup, parcheggi interrati realizzati da ditte private su concessione comunale. È il sorprendente risultato di un sondaggio condotto dal comitato di quartiere San Giovanni in Laterano, dove nei prossimi anni è prevista l’apertura di ben 28 cantieri. Si teme per le case, i tempi incerti di fine lavori, ma anche per la salute.

C’è chi invece il parcheggio lo costruisce e lo inaugura pure: martedì è successo a Casal Bruciato, in via Spallanzani angolo via Andreulli, Municipio V, dove ha visto la luce il primo posteggio ‘verde’, che oltre a posti auto prevede due aree verdi ludiche a disposizione dei bambini della zona.

Molti disabili non hanno la macchina, ma finalmente da qualche giorno potranno arrivare prendere il treno della linea ferroviaria Fm3 dalla stazione di prossimità Quattro Venti, che è in funzione da quasi 4 anni.. ascensori a parte. Un successo per il Municipio XVI, anche se c’è ancora molta strada da fare: biglietteria guasta, assenza di bagni, frequenti allagamenti delle banchine.

In via Mar della Cina al Torrino, Municipio XII, è iniziata la riqualificazione del Parco della Cisterna: presto sarà pronta l’aera giochi, per la quale si è proceduto all’asfaltatura, in direzione di un progetto che è tutto rivolto ai giovani e a una sana aggregazione all’aria aperta.

Si riqualificherà, pian piano, ma in tutt’altro senso, anche l’aera di Villa Certosa (Municipio VI): le cavità sono state finalmente messe in sicurezza e tutta la zona è stata inserita nella seconda fascia di rischio sismico.

I cittadini del Municipio XV, invece, chiedono a gran voce la bonifica dell’area di Muratella, tra Corviale e Ponte Galeria, dove è nato un insediamento abusivo di nomadi nei pressi del campo di via Candoni. Una petizione con 600 firme è stata inoltrata al prefetto Pecoraro affinché torni la sicurezza sulla Collina Alitalia, tra via Marchetti e via Mecozzi.

Situazione di degrado simile anche nel Municipio XI, nell’area degli ex Mercati Generali di via Ostiense. Il progetto che avrebbe dovuto veder sorgere lì la Città dei Giovani, è stato completamente abbandonato. Ora la zona risulta invivibile soprattutto nelle ore notturne, non solo sul fronte della sicurezza, ma anche su quello delle zanzare, perché i frequenti acquitrini che vi si creano ne agevolano la riproduzione.

A proposito di sicurezza, da qualche giorno al Policlinico Casilino è stato attivato il primo degli Sportelli del telefono rosa per le donne vittime di violenza. Servizi simili raggiungeranno anche i Municipi V, VII, VIII e X.

Di un’altra sicurezza, non meno importante, quella sul lavoro, si parla nel Municipio IV, dove è appena stato dato alle stampe e diffuso in 5 lingue (italiano, arabo, romeno, polacco e francese) l’opuscolo ‘La sicurezza parte in Quarta’, rivolta agli operai dei cantieri edili, ma anche ai loro datori di lavoro.

E torniamo a parlare di estate, che ci fa venir voglia di mangiare leggeri: a Tor Bella Monaca (Municipio VIII) troverete il primo eco supermercato della regione, il Simply Market del gruppo Sma, dove tutto, ma proprio tutto, è realizzato nel rispetto dell’ambiente: dal risparmio energetico alla riduzione delle emissioni di CO2, dal materiale riciclato per tutte le attrezzature alla segnalazione dei prodotti attenti all’ecologia. Per consumatori eco attenti.

E poi, però, mantenete questo stile anche quando buttate la spazzatura: domenica scorsa Ama ha raccolto 270 tonnellate di rifiuti nei Municipi dispari in occasione della consueta campagna ‘Il tuo quartiere non è una discarica’, dedicata ai rifiuti ingombranti. Ora la campagna va in vacanza (fa troppo caldo), ma comportatevi bene fino al suo ritorno, il 26 settembre.

Infine, l’estate può anche essere sinonimo di lotta, quella per lo stipendio che stanno conducendo molti consiglieri municipali: a Roma sono 494 gli eletti e ricevono poco più di un rimborso spese, neanche 600 euro, per lavorare alle commissioni, presenziare alle sedute dei Consigli, tenere i circoli aperti e rispondere ai cittadini, spesso fungendo da mediatori con i livelli superiori della politica.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail