Vita da blogger romano: Aluccia

Giorno di Epifania (a proposito auguri!), ma anche Sabato. Ecco quindi la nostra ultima intervista: come ci avete richiesto nei commenti, abbiamo contattato Aluccia, che si è gentilmente prestata a rispondere alle nostre domande.

E adesso? Diteci chi volete che sia il prossimo!

Quando hai iniziato a bloggare, chi ti ha convinto?

Era estate,l'estate del 2004, e nella noia generale ho scovato il Daveblog, che all'epoca era una comunità decisamente più ristretta di quella che è ora. Ci si conosceva tutti, noi commentatori, e Davide era un amico, più che una blogstar. Commentando commentando,un giorno ho pensato che avrei potuto aprirlo anche io un blog. Chiesi consiglio a Davide e lui mi rispose "un blog è sempre una buona idea". Così ho aperto su Clarence. Piattaforma disastrosa, i primi post erano orrendi,non sapevo bene di cosa parlare. Poi piano piano ho imparato a fare un po' di cose, a gestire il template, e ho iniziato a conoscere persone che tuttora mi sono vicine, come Andrea Beggi, che mi aiuta con le cose tecniche, ed è un ottimo amico, tutte le splendide persone che compongono OraCamminiamoEretti ,blog di cui sono autrice pochissimo produttiva, e tanti tanti altri amici, conosciuti tra blog, chat e e messenger, sparsi in giro per l'Italia. Ad aprile del 2005 mi sono trasferita sul mio dominio, ho imparato ad usare wordpress, e il blog ha finalmente preso personalità.

Di cosa parli in genere?

Di me. I miei pensieri, le cose che mi circondano, la musica. Qualche dettaglio fashion, i miei gatti, compagni di vita più che animali domestici. Esperimenti culinari, piccolissimi racconti. Qualcosa sul mio lavoro (architetto), anche se vorrei fare di più.

L'argomento che ti ossessiona di più.

I miei gatti, Rhum e Attila. Ma ora di meno, decisamente. Mi sono abituata alla loro presenza invadente nella mia vita, ma sono così terribilmente teneri e amorevoli, che a volte non resisto,a parlare di loro.

Dimmi un segreto della tua arte che non riveleresti mai a nessuno.

Arte? No, niente arte, l'arte è un'altra cosa. Semplicemente scrivo quello che mi passa per la testa, quando capita. non sono costante, non sono ordinata. Tutto sommato si potrebbe dire che non sono una buona blogger.


La persona più importante che ha parlato del tuo blog?

nessuno mi ha mai "recensito". Il mio blog è troppo personale, più che altro mi leggono. Ho qualche link illustre, questo sì.

La chiave di ricerca più strana

Fino a poco tempo fa risultavo prima su google italia con la chiave di ricerca "dominatrice".

Il post più letto

Quello che era in home page quando una foto di Rhum è statra pubblicata su Cute Overload.

Il tuo miglior lettore

I migliori lettori sono quelli che non commentano.

Qualche commento che non scorderai mai

Quando ho aperto il nuovo blog, tutti i commenti al primo post, che era un piccolo racconto molto personale.


I tuoi blog preferiti?

Non posso vivere senza Zorflick, Noantri, OraCamminiamoEretti.

La cosa di internet che odi di più.

Risposta banalissima, quando la connessione non funziona. E lo spam, ovviamente.

Vuoi più bene al tuo blog o ai tuoi parenti?

Nel blog cerco di essere me stessa, cosa che con la famiglia non sempre è possibile, e per questo gli voglio molto bene. però un abbraccio vivo e sincero vale sempre molto più di qualsiasi altra cosa.

Studi, lavori, ti fai mantenere, insomma che fai?

Sono architetto da un anno. Lavoro, guadagno (poco), cerco di andare avanti in questa professione complicata.


I blog possono dare dipendenza, la così detta scimmia del blogger?

Ne sono vittima da sempre. Ogni volta che mi capita qualcosa, ogni volta che trovo un pensiero particolare nella mia testa, ogni volta che vedo o sento cose che valga la pena di raccontare, penso subito a come metterlo nel blog. Poi, ci riesco poco, ma questa è colpa della mia carenza cronica di tempo e fantasia.


Smetteresti mai di bloggare?

No, assolutamente. Come non chiuderò mai il blog. E' una memoria storica per me. Ogni volta che rileggo i vecchi post, è come se tornassi a quel momento preciso. Una cosa magica.


Il migliori posti per fare colazione, per pranzare, per cenare la sera.

Non vivo a Roma da circa sei anni, è davvero difficile rispondere a questa domanda. Però, visto che sto pensando di tornare, si accettano consigli!


Il miglior wireless bar di Roma

Mi sono state dette meraviglie sul wifi di Villa Borghese. Prossima volta che capito da quelle parti, vado a provarlo.


Saluta come meglio credi

Grazie a tutti. Perchè da quando sono entrata in questo mondo blog, mi sento migliore, e continuo costantemente a conoscere persone meravigliose.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: