La forma del Rinascimento: Donatello, Andrea Bregno, Michelangelo e la scultura a Roma nel Quattrocento

La_forma_del_Rinascimento

Gli splendori della scultura rinascimentale, ancora ben visibili a Roma, da Ponte Sisto a Via Giulia, dal "Tempietto del Bramante" nella Chiesa di S. Pietro in Montorio sul Granicolo a Palazzo Farnese, e che dalla fine del ‘400 grazie al mecenatismo papale scoprirono, restaurarono ed edificarono, trasformando la capitale in un grande cantiere (nei secoli dei secoli), saranno celebrati e in parte riscoperti grazie alla mostra "La forma del Rinascimento", ospitata al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia, dal 16 Giugno al 5 Settembre 2010.

La forma del Rinascimento. Donatello, Andrea Bregno, Michelangelo e la scultura a Roma nel Quattrocento, esporrà 30 opere scaultoree che testimoniano il nuovo linguaggio plastico scaturito dal genio di Donatello, Andrea Bregno e Michelangelo, attraverso opere note e nuove ed inedite, come il prezioso altorilievo in marmo Eolo o Vento marino di Michelangelo mai esposto in precedenza.

In mostra anche la Formella con angeli musicanti e la spettacolare Protome equina realizzati da Donatello, e per la prima volta tutto insieme anche il nucleo delle sculture provenienti dalla Fabbrica di San Pietro della Città del Vaticano, facente parte del Monumento funebre di Paolo II Barbo, opera di Mino da Fiesole e Giovanni Dalmata.
La forma del Rinascimento
La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento

Maggiori approfondimenti sulla mostra a cura di Claudio Strinati e Claudio Crescentini, la documentazione scientifica e l’allestimento sono disponibili on line sul sito ufficiale del Comitato Nazionale Andrea Bregno, mentre il volume edito da Rubbettino editore raccoglie venti saggi inediti dei più autorevoli studiosi nazionali e internazionali del settore, insieme e una preziosa guida alla mostra.

La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento La forma del Rinascimento

  • shares
  • Mail