La Polizia Municipale colpisce ancora...


Nemmeno un mese fa, combinavano questa figura barbina: Perdersi una macchina dopo averla spostata per via di una manifestazione, e costringere il proprietario a denunciarne il furto, coinvolgendo anche la Polizia. Comico. Tanto da finire sul giornale.

Ebbene ieri notte ne hanno confezionata un'altra. Solita manfrina. C'è il 2 Giugno, festa della Repubblica. Occorre spazio. La piazza (sempre la solita, quella dei Santi Apostoli) va sgomberata per parcheggiare i militi o le autoblu della Casta, che va incastonata controvoglia nella sfilata nazionale.

Solo che cartelli e nastri arrivano tardi. Nemmeno 24 ore prima. Di certo non entro le 48 necessarie (quanto insopportabilmente inadeguate) per legge ad avvisare i poveri parcheggiati legalmente nella zona.

Alle ore 00.01 eccoli. Implacabili. Carro attrezzi e vigili ottusi. Fantasmi quando si tratta di difendere lo spazio comune o la correttezza dei cittadini per l'uguaglianza autentica (dove sono ogni giorno nel marasma del parcheggio selvaggio? Perché non portano via quelle di macchine?), diventano stacanovisti in questo genere di paradossi. E il tragico è che sono consapevoli di questo.

Non vi era stata alcuna segnalazione prima di tale ennesima prova d'incoerenza e malafede. Le 48 ore non erano passate. E difatti erano molte la macchine da rimuovere. Per fortuna qualcuno ha fatto a tempo a riprendersi la vettura, per tutti gli altri, c'è la caccia al tesoro, da pagare...

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: