Colosseo: visite dall'attico all'ipogeo anche di notte

Colosseum_flickr_Sebastian Bergmann

L’Estate Romana si avvicina e promette di essere parecchio luminosa, soprattutto nell’area intorno al Colosseo, grazie a tutti i progetti culturali e di restauro avviati o imminenti per l’area archeologica dei Fori Imperiali, del Palatino, e dello stesso Anfiteatro Flavio interessato da diversi cambiamenti, resi ancora più impellenti dopo gli ultimi crolli.

Innanzi tutto da giugno al 15 settembre, tutti i martedì e sabato, dalle 21 alle 24, per due giorni a settimana, il Colosseo aprirà anche di notte, e il percorso potrebbe presto diventare davvero suggestivo grazie ad un’illuminazione non integrale riservata a punti strategici.

Tra le altre novità annunciate dal commissario all'area archeologica di Roma Roberto Cecchi nel corso della presentazione del secondo rapporto su "Roma Archeologia" a Palazzo Altemps, anche la visita del Colosseo estesa ai quattro livelli dell'anfiteatro che vanno dall'attico all'ipogeo, e consentiranno di esplorare punti di vista che sembrano emergere dalle incisioni di Piranesi.

Rossella Rea, direttrice del Colosseo, ha confermato che a partire da luglio una parte degli ipogei sotterranei dell'Anfiteatro Flavio saranno visitabili da gruppi di circa 10 persone, mentre l'ascensore per i i sotterranei consentirà la visita anche a portatori di handicap e diversamente abili.

Si potrà tornare a percorrere il labirinto di corridoi che per secoli i gladiatori hanno attraversato per battersi contro il loro destino, giungendo fino al centro dell’arena, alle gabbie che ospitavano gli animali, potendo anche approfondire la conoscenza di questo aspetto dell'antica cultura romana attraverso i manufatti di gladiatura esposti con la mostra Gladiatores.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail