Laura, la tabaccaia onesta: trova 500 euro sul bancone, li conserva e li riconsegna al proprietario

Esistono ancora le persone per bene. Laura Faticoni ritrova 500 euro (10 banconote da 50) sul banco della tabaccheria lasciati da un anziano cliente sbadato. Li mette da parte e li restituisce.

Laura Faticoni Castellino

Questa è una storia vera che fa bene. Perché non c'è solo degrado e disagio da raccontare nella capitale "ladrona". Ci sono anche questi episodi miracolosi. Di grande onestà.

Una piccola storia che dimostra come le guide straniere che puntano il dito sui truffatori italiani e romani non sempre raccontano tutta la verità.

Siamo al 20 agosto. Fa caldo. Soprattutto verso mezzogiorno, quando un signore di 82 anni suonati si reca alla tabaccheria dell'Antico Caffè Castellino, quello sempre aperto, un po' il bar del porto di Roma centro.

Il signore taciturno compra le sue sigarette. E al momento di pagare, per completare gli spiccioli, tira fuori dalla tasca dei pantaloni una fascetta di 10 banconote da 50 euro, appena ritirate in banca, le appoggia sul bancone, quindi si gira e se ne va, come suo solito, di gran fretta.

Per sua fortuna dietro a quel banco c'è Laura Faticoni, fedele e onnipresente colonna di una delle tabaccherie più frequentate di Roma. Promossa dall'inossidabile Giulia. Deus ex-machina di Castellino.

Sorride di rado, parla poco, risponde meccanicamente a tutti i turisti che entrano e chiedono le cose più impensabili. Deve avere mille occhi. La zona giornali, scommesse, tabacchi può essere un vero caos. Ricordate la bella Loredana che ci lavorava anni fa?

Laura si accorge subito della svista del anziano cliente. Prende le banconote e le mette in una busta. Ci scrive sopra "il signore delle Rothmans rosse". Senza fare una piega. E lascia disposizione che venga restituita.

Qualche ora dopo accorre la figlia del signore. Trafelata e rassegnata e chiede se per caso hanno trovato dei soldi. La collega di Laura gli consegna la busta. La figlia commossa vuole dare subito dei soldi di ricompensa, ma la ragazzona le dice "Dalli a Laura".

In un momento di crisi come questo la cosa fa ancora più effetto. La morale è che le persone oneste esistono ancora, nonostante tutto. Ed è più facile incontrarle fra quelle che fanno pochi convenevoli e grandi moine. Grazie Laura. Roma ha bisogno di gente come te.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: