La luna sul Foro Romano: visite guidate ogni venerdì notte

La luna che inonda di bagliori suggestivi le visite notturne al Colosseo, si staglia anche sul Foro Romano, passeggiando ogni venerdì lungo la via Sacra con le visite guidate da La luna sul Foro Romano.

I bagliori lunari hanno il potere si rendere magico qualsiasi panorama, anche in un'immaginazione non troppo fertile, ma se avete approfittato degli scorci offerti da La Luna sul Colosseo sapete bene di cosa parlo, altrimenti potete sempre approfittare del ciclo di aperture in notturna ogni giovedì e sabato, dalle 20.20 alle 00.00 (con ultimo ingresso alle 22.45), che si protrae sino al 2 novembre 2013.

Dallo scorso 9 agosto, la luce della luna e di un sistema di illuminazione che ne simula i suggestivi bagliori durante le visite del percorso notturno “La luna sul Foro romano”, ammanta anche i monumenti che lambiscono la via Sacra, ogni venerdì, dalle 20.00 a mezzanotte (ultima visita alle ore 22.45), sino al 25 ottobre 2013. Info e prenotazioni coopculture 06 39967700.

Una passeggiata che dalle pendici del Campidoglio all’Arco di Tito, si imbatte nei templi di Vespasiano e di Saturno, nel Portico degli Dei Consenti, nell’Arco di Settimio Severo, la Colonna di Foca, i templi dei Castori, di Antonino e Faustina, il Tempio di Romolo e quello di Venere e Roma, che emergono dalle ombre della notte grazie al potenziamento del progetto di illuminazione elaborato dall’architetto Piero Castiglioni per il Foro romano nel 2010, e realizzato per quest’occasione dall’architetto Alessandro Grassia.

Visite di 75' ciascuna, organizzate in gruppi guidati di massimo 25 persone, lungo un percorso che inizia dalla Basilica Emilia. Fondata nel 179 a.C., si trasformò in un edificio anche a carattere politico, perché la famiglia degli Aemilii la usò come monumento familiare, facendovi collocare le immagini dei suoi esponenti più illustri. In effetti, la funzione originaria della basilica consisteva nell’accogliere nella cattiva stagione, in uno spazio coperto, tutte le attività del Foro. Di quest’area, le luci scandiscono perfettamente la successione delle colonne che dividevano lo spazio della basilica. Da qui si arriva all’imponente edificio della Curia Iulia, sede del Senato romano. Il monumento sarà visitabile internamente, dove ancora si ammira lo splendido pavimento marmoreo in opus sectile, di età dioclezianea (III sec. d.C.), e i resti di pitture bizantine, testimonianza della trasformazione in chiesa dell’aula che misura ben 21 metri di altezza. Uscendo dalla Curia s’incontra l’arco di Settimio Severo, a tre fornici, costruito nel 203 d.C.. Un’opportunità per raccontare la cerimonia del trionfo in epoca romana. Si percorre poi la via Sacra per risalire verso l’arco di Tito, costeggiando il tempio di Antonino e Faustina, eretto nel 141 d.C. e di recente liberato dai ponteggi. Il prezioso restauro ha rivelato tutta la magnificenza delle sei grandi colonne in cipollino alte 17 metri. Lungo il percorso si ammira poi il Tempio di Romolo, edificio del IV sec. d.C. realizzato da Massenzio in onore del figlio morto in giovane età, di cui resta intatta la struttura circolare e i preziosi battenti di bronzo incorniciati da una ricca trabeazione marmorea. La visita termina sull’imponente podio del Tempio di Venere e Roma, inaugurato nel 141 d.C. dal successore di Adriano, l’imperatore Antonino Pio, ed eretto nel luogo in cui sorgeva in precedenza il vestibolo della Domus Aurea. Da qui si gode una vista impareggiabile sul Colosseo.

Via | Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail