Le buche di Roma - Dopo due anni di Alemanno il problema resta. Ma il sindaco promette 50 milioni e vuole altri soldi dal Cipe

La sicurezza e le buche. Erano questi i due cavalli da battaglia dell'allora candidato sindaco Gianni Alemanno per provare a conquistare il Campidoglio. Poi arrivò la vittoria di due anni fa, ma le buche rimangono ancora uno dei problemi di Roma...

Già, a due anni dalla sua elezione, Alemanno stesso ha dovuto ammettere che il problema delle buche sul manto delle strade della Capitale resta. E che è grave. Recentemente è stata approvata una delibera che obbliga le ditte che fanno lavori sulle strade a ripristinare il manto allo stato originario, pena multe molto salate. Ma per ora poco è cambiato.

Per cambiare rotta ora il sindaco ha annunciato di aver "preparato un piano straordinario di 50 milioni di euro da investire nel corso di quest'estate per dare un svolta alla situazione delle nostre strade, che rimane preoccupante". Il sindaco ha poi ricordato che il totale degli investimenti compiuto nel biennio 2008-2009 per la manutenzione stradale è stata di 190 milioni di euro, "ma - ha ammesso il sindaco - la situazione non è soddisfacente perchè è un vero e proprio disastro. Pensiamo di chiedere risorse anche al Cipe". Ci penserà dunque mamma Stato a salvare le strade di Roma?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: