Visitare la Sindone: si può anche a Roma

SantaSindone

Non tutti i credenti (o quelli comunque interessati) potranno affrontare il viaggio e l'interminabile coda prevista per l'ostensione della Sacra Sindone a Torino. Ai cittadini della Capitale, la Chiesa dei Poveri di Roma propone un'alternativa, custodita all'interno dell'oratorio dell'Angelo Custode di piazza Poli (via del Tritone).

Non è una copia, ma una fotografia a dimensioni praticamente naturali, che risale all'ostensione del 1931 in occasione delle nozze del principe Umberto II di Savoia. La riproduzione è stata custodita per anni in San Giovanni in Laterano da monsignor Landucci, padre spirituale del Seminario romano, una figura importante all'interno della Chiesa romana, tanto da essere in attesa di beatificazione.

A don Mario Pieracci è venuta l'idea di una sorta di 'seconda ostensione' visto che, come spiega lui stesso: "Sono in molti coloro che non si possono permettere di andare a Torino. Ci poteva essere un posto migliore della Chiesa dei Poveri per ospitare la riproduzione fedele della Sindone?".

Il Vicariato gli ha concesso immediatamente il permesso e i visitatori non si sono fatti attendere: solo nella giornata di domenica, ben duecento fedeli tra pellegrini e romani, hanno pregato davanti alla fotografia del Sacro Telo. Ecco come arrivare:


Visualizzazione ingrandita della mappa
  • shares
  • Mail