Roma si difende da scippi e borseggi con un vademecum contro le mani leste

Consigli e indicazioni per evitare le mani leste di scippi e borseggi, che avvengono in tutte le stagioni, ma aumentano nella Roma di Agosto.

Roma è una città pericolosa in ogni stagione, come tutte le grandi metropoli affollate da indigeni locali, turisti e stranieri che arrivano dal mondo intero, ancora di più d'estate quando il caldo abbassa la soglia di attenzione insieme alle difese, e il vaso di Pandora è spalancato e saccheggiato dalle mani leste di ladruncoli e borseggiatori, di tutte le etnie e le età.

Una pratica che non salva niente e nessuno, dalla sacralità della Cappella Sistina alla quotidianità dei viaggi on the road, già parecchio avventurosi sui mezzi di trasporto pubblico di questa città eterna come il traffico, che possono trasformarsi in odissee nonostante la sorveglianza costante di telecamere e agenti, letali per anziani vittime di violenti scippi, pericolose per gli stessi agenti.

L'ultimo episodio, in ordine di tempo, lunedì scorso ha aggredito e percosso il maresciallo della Polizia di Roma Capitale Claudia Macri, per mano, sputi e calci di un gruppetto di giovani di etnia Rom ripresi a fumare, sulla banchina della metro A della stazione di piazza di Spagna.

Una vittima in divisa, soccorsa da un ragazzo e una coppia di turisti appena derubati dallo stesso gruppo di ragazzine, ma la gamma e la frequenza di casi analoghi, che si verificano persino se vi ritrovate in preghiera tra la folla di fedeli in Piazza San Pietro, dove le attenzioni per l'elevato fanno distrarre dalle bassezze dell'umanità, è talmente vasta ed elevata da richiedere estrema attenzione e qualche suggerimento, a partire da quelli contro scippi e borseggi condivisi anche sul sito della Polizia, da testate straniere, mentre ai britannici in vacanza da noi, arrivano anche dal sito del governo britannico 'gov.uk'.


    Borseggi e scippi sono tra le più fastidiose e pericolose azioni che la microcriminalità commette contro i cittadini.

    Gli scippatori generalmente operano in moto o motorini, quindi, per quanto abili e spericolati, hanno bisogno di un minimo di spazio per agire e di manovra per il mezzo; fate il possibile per non lasciarglielo.

    Gli scippi possono essere compiuti anche a piedi: quando sentite o notate che qualcuno compie movimenti sospetti portatevi fuori dalla sua traiettoria.

    Sono sempre di più i casi di scippatori che agiscono in due, o più, con l'auto, affiancando le vittime prescelte e strappando loro violentemente la borsa.

    Cerca nel limite del possibile, e per quanto le circostanze lo consentono, di rilevare tutti gli elementi utili per il riconoscimento degli scippatori e del mezzo usato.

    Se sei vittima di uno scippo lascia la presa altrimenti potresti essere trascinato e travolto.

    Cerca di non passare per luoghi solitari o poco illuminati.

    Porta con te solo il denaro strettamente necessario.

    Porta borse e borselli sempre rivolti al lato interno del marciapiede, possibilmente a tracolla, e dalla parte del muro, proteggendoli con l'avambraccio ed evitando di riporvi oggetti di valore e documenti.

    Non tenere il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni o in borse che si aprono con facilità.

    Evita di fare sfoggio di orecchini, catenine e altri oggetti d'oro preziosi o molto vistosi: considera che lo strappo può provocare seri danni fisici.

    Diffida di chi sosta in luogo isolato apparentemente senza motivo.

    Se il percorso che devi fare è lungo tieni sempre presente i punti di riferimento che possono esserti utili in caso di bisogno.

    Se necessario rivolgiti sempre a persone che esercitano una pubblica attività o servizio: poliziotti, carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, militari, personale in divisa, sanno come comportarsi e come aiutarvi.

A questi potete aggiungere anche l'utilità di:


    - Utilizzare tasche con le zip, che garantiscono una chiusura ermetica.

    - Indossare al contrario gli zaini con le bretelle, cioè sul petto anziché sulla schiena, in mano, strette al petto e le braccia, le borse con la tracolla, ricordando sempre di tenerle chiuse e sott’occhio.
     
    - Effettuare pagamenti rapidi senza mostrare il sito in cui si ripone il portafogli. 
     
    - Diffidare della gentilezza esagerata di alcuni sconosciuti, dietro i quali spesso si nasconde il borseggiatore, o un suo compare deciso ad attirare l’attenzione su di se. 
     
    - Diffidare di spinte improvvise ed urti immotivati, che sono spesso la scusa utilizzata per effettuare il furto. 

  • shares
  • Mail