Gita fuori porta: il 1 Maggio fave e pecorino è d’obbligo


Non proprio un diktat, ma certo una tradizione molto amata, quella della scampagnata in onore della Festa del Lavoro il Primo Maggio, con pranzo a base di fave e pecorino. I romani, dovete sapere, non rinunciano mai alla gita fuori porta di Pasquetta e a quella del Primo Maggio, soprattutto se, come quest’anno, a Pasquetta è stato brutto tempo.

Ecco a voi, quindi, una panoramica degli appuntamenti migliori della regione. Vicino Roma a Filacciano domani è in programma la 29esima Sagra della fava e del pecorino: una genuina merenda da gustare durante la visita al paesino affacciato sulla valle del Tevere.

Una new entry, invece, delle sagre a base di fave e pecorino è quella che si svolgerà domani a Vivaro Romano, in piazza della Peschiera, a partire dalle 13.30. La quota di partecipazione è 12 euro e il menu ricco: pasta al ragù, carne alla brace e tanto vino.

A Montelibretti torna il consueto appuntamento con il Ciclotour: per questa terza edizione con l’evento più importante della Sabina romana, si prevede una passeggiata in bicicletta di 5 km durante la quale poter ammirare il paesaggio e, con un po’ di fortuna, osservare volpi, scoiattoli, cinghiali, civette, gheppi e poiane.

Per i più allenati, invece, un percorso più arduo della lunghezza di 40 km nei boschi di acero e di cerro. Chi ama lo sport ‘goliardico’, inoltre, potrà cimentarsi nel tiro all’uovo (crudo) con la fionda, erede dall’antico gioco in cui si doveva colpire da qualche metro di distanza, un uovo (cotto) e infilzarlo con una moneta. In palio prosciutti e salami golosi.

Chi invece ha solo voglia di soddisfare il palato, comunque, può raggiungere l’allegra comitiva nella campagna della Tenuta per l’ora di pranzo e assaporare, oltre alle fave con pecorino, carne alla brace e lumache.

Spostiamoci nella provincia di Rieti: a Poggio Moiano, nel parco cittadino, si festeggia il Primo Maggio con cacce al tesoro per bambini, giochi di società, un corso di disegno e un torneo di calcetto, oltre, naturalmente, a fave locali con pecorino della ‘Bottega dei Sapori’ di Angelo Usai, e bruschette con olio extravergine d’oliva ‘Dop Sabina’.

Se avete libero solo il pomeriggio, infine, potete andare a Casaprota dove, in piazza del Municipio, a partire dalle 17, ci sarà la Festa dei lavoratori, con l’orchestra Testa band, pane e olio e, ovviamente, fave accompagnate da pecorino.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail