Intitolato a Vanessa Russo il parco di via Bellagio, al Labaro


Il triste, tristissimo caso di Vanessa Russo conosce oggi un ulteriore epilogo toponomastico, dopo quello giudiziario.

Il piccolo parco di via Bellagio, al Labaro, è stato intitolato proprio alla ragazza morta uccisa in metropolitana, per via di un'ombrellata sul volto. Stamattina alle 10 era presente anche il sindaco Gianni Alemanno, a una cerimonia molto sentita nel quartiere dove era cresciuta e viveva Vanessa Russo.

Sono passati ormai tre anni dalla morte della ragazza (che di anni ne aveva 23, alla morte) ma ancora una volta, come in occasione della pronuncia della sentenza (16 anni) contro Doina Matei, la donna romena che colpì la Russo, la famiglia della vittima è stata presente nella commozione e nel ricordo della figlia:


"Non poteva essere scelto un luogo migliore per intitolare qualcosa a mia figlia. Vanessa è infatti un nome di farfalla come le tante che volano in questa area verde".

  • shares
  • Mail