Rifiuti: Roma come San Francisco. Arriva l'espertone Jack Macy

RaccoltaDifferenziata

Una partnership tra il Comune di Roma e la città di San Francisco: l'avreste mai detto? Dopo il forte messaggio lanciato dall'Ambasciata americana a Roma con la pulizia dei muri di Trastevere, un esempio di come Sindaco e Amministrazione comunale guardino oltreoceano anche per risolvere il problema dei rifiuti nella Capitale.

Arriva infatti a Roma Jack Macy, una sorta di guru della raccolta differenziata made in USA. L'uomo che, insieme a Paul Connet, già nel 2007 ha centrato l’obiettivo di recuperare il 72% dei rifiuti raccolti. Il Coordinatore commerciale del "Programma Rifiuti Zero" di San Francisco si è recato in visita all’impianto TMB di Malagrotta 2, all’impianto di compostaggio di Maccarese e all’impianto di selezione e trattamento dei rifiuti indifferenziati di Via Salaria.

Oltre alla consulenza, scopo principale della visita è convincere il Comune all'adozione di un regolamento che imponga l’uso di articoli riciclabili e compostabili nei servizi di ristorazione e bandisca l’uso di buste di plastica nei supermercati, sostituendole con sacchetti riutilizzabili, compostabili o confezionati con carta riciclata.

Macy sarà sicuramente in grado di suggerire importanti consigli al volenteroso Andrea De Priamo, il presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma. Il problema nascerà quando arriverà il momento di mettere in pratica i preziosi suggerimenti. Per ora, la partnership è avviata. Alemanno volerà a San Francisco per ricambiare la visita. Noi -al solito- attendiamo gli sviluppi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: