Ticket on Board

Tra i tanti restyling che i bus di Roma stanno subendo (aria condizionata, alimentazione a metano, porte più pratiche), si sta diffondendo un oggettino fino a poco tempo fa considerato fantascienza per molti romani, tanto che non si sa bene come chiamarlo. Comunque sia, che lo si chiami distributore o emettitrice automatica, “sforna” biglietti a bordo dell’autobus.

Dopo la linea 92, recentemente anche la 360 ha dotato tutti i suoi veicoli dell’utilissimo strumento.
Nessuna giustificazione perciò per i furbetti, ma soprattutto un’ottima notizia per i viaggiatori occasionali e quelli un pò smemorati.

La linea 360 copre un percorso lungo e variegato che parte da Piazza Zama, attraversa Porta S.Giovanni e la stazione Termini, per poi raggiungere Piazza Fiume e infine il quartiere Parioli, per concludere il suo viaggio a Piazza delle Muse.
Linea spesso in ritardo, quasi sempre affollatissima, nell’ultimo anno ha compiuto notevoli progressi: sono state intensificate le corse, tutti i mezzi sono ora di ultima generazione, con energia a metano e display con indicazione del percorso e, ultima novità, la possibilità di acquistare il biglietto a bordo.

Di sera, quando anche l’ultimo giornalaio ha chiuso la sua serranda, di domenica, e in tutte le più disparate condizioni di emergenza, questa piccola macchinetta gialla diventa essenziale.

Utile anche se si deve usare un altro mezzo. Se siete vicini al capolinea del 92 (Termini o Pampanini) o del 360 (Zama o Muse) vi basterà acquistare il biglietto e scendere prima che il mezzo inizi la sua corsa per poi timbrarlo sul vostro autobus.
La speranza è che via via quasi tutte le tratte siano fornite di questa attrezzatura. Anzi, vi invitiamo a segnalare le linee che già la possiedono oltre alla 92 e alla 360.

Manuela

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: