Cronaca dai Fori Imperiali di Roma, tra funamboli e proteste da discarica

La Notte Bianca dei Fori ha inaugurato un sogno per 150mila persone, un incubo per altri, tra messaggi del presidente Napolitano, funamboli al Colosseo, figli della cultura fascista e proteste da discarica, con lo stendardo della Madonna del Divino Amore brandito sulla testa del vice comandante dei vigili urbani.

Notte dei Fori - funambolo al Colosseo

Dalle 5.30 di ieri mattina i Fori Imperiali sono chiusi al traffico privato, e sulla strada del parco archeologico più grande della Terra con tutta la nuova viabilità che ne deriva, inizia però in ritardo il taglio del nastro ufficiale per la Notte dei Fori, che festeggia l'evento e l'inizio della progressiva pedonalizzazione dell'area, con centocinquantamila persone che contano anche chi manifesta contro la nuova discarica di Falcognana.

Centinaia di manifestanti al loro quinto giorno di protesta contro la discarica di rifiuti paventata lungo la via Ardeatina, a qualche chilometro dal Santuario del Divino Amore, partiti con un sit-in in bocca della verità, armati di sacchi di immondizia, trattori e quel vessillo della Madonna del Divino Amore finito sulla testa di Donatella Scafati, vice comandante dei vigili urbani, durante lo scontro con le forze dell'ordine che hanno bloccato via dei Fori Imperiali all'altezza di piazza Venezia per garantire la sicurezza dei festeggiamenti.

A violare i cordoni della polizia con i manifestanti e il parroco del Santuario, anche Sveva Belviso, Andrea Augello, Fabrizio Ghera, che hanno intonato l'inno di Mameli, e l'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, che giunto in testa a tutti e davanti a flash e microfoni dei cronisti, non ha mancato di contrariare alcuni dei manifestanti, e stuzzicare il commento dell'attuale Sindaco di Roma in carica, Ignazio Marino.

"Non faccio e non farò mai polemica politica, ma apprendere che rappresentanti che provengono legittimamente da una storia culturale che risale al fascismo, come Gianni Alemanno e il senatore Augello, che hanno avuto percorsi di vita ispirati a quelli della dittatura, oggi si comportano con uno stile che dimostra la loro diversità culturale. L'aver capeggiato la protesta credo che sia un fatto positivo ed emblematico perché marca la differenza tra chi ama Roma e quando parla di potere lo usa come un verbo, poter fare e migliorare, e chi lo usa, come loro, come un sostantivo: il sostantivo 'potere'".

Il sindaco che riceverà una delegazione dei manifestanti lunedì mattina in Campidoglio, arrivato in bicicletta lungo i fori, accolto da una folla festante della Notte Bianca, sostenitori della pedonalizzazione come il presidente della Camera, Laura Boldrini, e il presidente della Repubblica Napolitano, nel messaggio letto dal sindaco Marino


"Con questo provvedimento si compie un ulteriore passo in avanti verso la realizzazione del grande Parco Archeologico tra il centro della città e l'Appia Antica, secondo la visione anticipatrice di numerosi archeologi, uomini di cultura e amministratori locali, e tra questi in particolare Antonio Cederna, Giulio Carlo Argan e Luigi Petroselli. Un progetto non facile, per i problemi sociali e urbanistici che si pongono e per le difficoltà, anche economiche, da superare, ma che appare all'altezza di un patrimonio storico unico al mondo. Infatti, come affermai quando mi venne conferita la cittadinanza onoraria di Roma, nessun nefasto richiamo a 'retoriche belliciste' o 'pretese di potenza innestate nel passato sul culto della romanità' può dare avallo a una sottovalutazione 'dell'impronta incancellabile e del fascino... di una così straordinaria costruzione di civiltà, nei suoi molteplici contenuti e nelle sue espressioni di perenne bellezza'. In questo spirito, invio a lei, ai concittadini romani e a tutti i partecipanti all'iniziativa l'espressione del mio apprezzamento e i più cordiali saluti."

Nonostante questo la festa procede, a piedi e in bicicletta , in strada, sul palco, sotto i piedi del funambolo che, camminano sul filo del baratro che collega i due lati dei Fori separati dalla strada, li unisce simbolicamente.

Notte dei Fori - funambolo al Colosseo
Notte dei Fori - funambolo al Colosseo
Notte dei Fori - funambolo al Colosseo
Notte dei Fori - funambolo al Colosseo

Sullo stesso filo che si tende su twitter, dove l'hashtag "Fori Imperiali" continua a registrare i cinguettii più disprati, tra favorevoli, contrari e ironici che inneggiano alle bighe, mentre la notizia fa il giro del mondo con BBC, ABC, Le Monde, Fox News, Reuters e Afpil, e il Pdl capitolino con il suo capogruppo Sveva Belviso, insieme al comitato «Liberi di scegliere», Fratelli d'Italia e il comitato «Trappola per Fori» che raccoglie 30 comitati di residenti e commercianti del I Municipio, i consiglieri Marco Pomarici, e Giordano Tredicine, avviano a Largo Leopardi una raccolta firme certificate per chiedere un referendum consultivo contro la pedonalizzazione.


«Siamo qui per dire no a quella che è una finta pedonalizzazione, mentre i disagi che subiranno i cittadini saranno veri. Finta perchè continueranno a passare mezzi pubblici, taxi, Ncc. Quindi nessun romano o turista potrà fruire liberamente dell'area. Inoltre, i soldi per questo progetto non c'erano e sono stati deviati dai soldi vincolati per la metro C. Marino sta facendo un 'cinemà internazionalè con la corsia preferenziale più costosa di Roma».

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail