Roma ad agosto. Suoni e colori del samba a Roma Vintage

Per un weekend le atmosfere brasiliane ci proietteranno in una piccola Rio

Tutto è pronto al Roma Vintage per la tre giorni che da stasera fino a domenica trasformerà gli spazi del Parco di San Sebastiano in un vero sambodromo degno di Rio de Janeiro, Brazil. La kermesse si chiama Samba Festival e si svolgerà, appunto, a Rioma, come suggerisce un simpatico gioco di parole tra le città di Roma e Rio.

L’evento è stato ideato dal geniale sambista Marco Mancini che è riuscito a concentrare in un solo fine settimana a Roma il fior fiore dei professionisti brasileiri e di tutto il mondo: dal Mestre Serrinha Raiz a Chris Qade Cotto detto “l’Alemao” direttamente dalla Germania. Ma in programma anche workshop e conferenze sul samba, che oltre ad essere un genere musicale, è anche un vero e proprio concetto sociale che ci rende tutti un’unica grande realtà mondiale e fa credere in una rinascita collettiva.

Ovviamente molte le esibizioni delle scuole italiane e un dj set Rioma con Desoderm, la percussionista Tam Scacciati e il cantautore carioca Franco Cava, autore dell’album “BossaJova” che ha tradotto in Samba le canzoni di Jovanotti. Domenica sera, in chiusura, irripetibile show di 100 percussionisti che useranno ogni strumento possibile per fare musica: dal tamborin al surdi, dal caix al repique; per fare nottata con Pagode, dal vivo secondi gli schemi della roda brasiliana. Infine, ma non per ultimo, il churrasco di Massimo Franco, perché anche la gola vuole la sua parte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail