Il Financial Times boccia il mare di Roma, ma i romani lo amano (?)

financial times A Roma, fai come i romani, si dice. Era partito evidentemente da questo detto un articolo del Financial Times che si interroga su dove vadano a passare il w-end i romani, alle porte dell'estate.
Da questo sabato si apre infatti ufficialmente la stagione estiva anche sul mare nei dintorni della Capitale, dove si aprono gli stabilimenti, e già si prevedono i primi pienoni.

“Evitare la maggior parte della costa occidentale, soprattutto se è facilmente raggiungibile da Roma”, scrive l'articolista. In effetti, gli esempi 'negativi' di mari non balneabili o molto sporchi nei pressi della Capitale non mancano.

Ma facendo un giro sulla rete le opinioni sul mare nei dintorni di Roma non sembrano così negative. Ad esempio Tripwolf segnala 'Villaggio dei pescatori beach' a Fregene: “vecchio villaggio di pescatori, entrata libera, giovane e divertente”.

Commenti positivi anche sul Faber beach, famoso per le serate ballerine di fronte al mare. “Spiaggia libera, con possibilità di bere, mangiare, e musica”, scrive l'utente Anna, sottolineando forse un altro fattore di successo delle spiagge attrezzate nei dintorni delle Capitale.

Il fatto, appunto, che forniscano il modo per ristorarsi, grazie alle capannine che vendono drink e bevande, sotto le quali si può fare anche una siesta-caffè durante le ore più calde, e a pranzo. In alcuni casi, come a Focene, c'è anche la possibilità di fare la doccia munendosi di appositi gettoni.

Focene, Fiumicino, Fregene, ovviamente sono frequentate solo per 'bagni di sole' o al tramonto, per un bell'aperitivo al Singita, che magari si prolunga fino a tarda notte, a ballare su una delle tante discoteche sulla spiaggia.
E poi, non lontano da Roma, ci sono anche le spiagge di Santa Marinella e Santa Severa, indubbiamente più pulite e con acque balneabili, fino a metà agosto almeno. Non saranno ai livelli del Gargano, e nemmeno di Sperlonga (che è già Latina) ma ci si arriva con un'oretta scarsa di macchina: il Financial Times sembra averle totalmente dimenticate.

D'altronde l'opinione negativa del quotidiano stride con la notizia che sul litorale romano quest'anno ci sia già il pienone, in quanto a prenotazioni di affitto, soprattutto a Sabaudia e nella zona del Circeo.

Colpa della crisi, che ci fa prevedere vacanze più vicine al luogo di residenza abbattendo le spese di viaggio? Chissà. Vero è che per molti, anche quest'anno, si tratterà di ritagliarsi scampoli di ferie facendo i pendolari sull'inferno della Pontina.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: