Romani senza un euro: crescono i debiti delle famiglie


Di non avere più una lira (pardon, un euro) lo sapevamo già, ma che fossimo indebitati per 50 miliardi di euro è una notizia che fa davvero impressione. Per molte famiglie di Roma e del Lazio, però, chiedere soldi in prestito è ormai una scelta obbligata, e non per fare un viaggio, acquistare un’automobile o un elettrodomestico, ma semplicemente per la spesa quotidiana, colpa della distanza tra i prezzi e il costo della vita.

Questi 50 miliardi (per la precisione 47,7, cifra record raggiunta nel gennaio scorso), riguardano solo l’indebitamento allo sportello bancario, cui vanno aggiunti i prestiti richiesti alle finanziarie o ad altre società in cambio di interessi super.

Infatti, se la richiesta di finanziamenti in Italia è aumentata del 7,5%, a Roma e nel Lazio l’incremento è pari al 9,3. Non va meglio per le imprese: hanno debiti con le banche per 219,3 miliardi di euro: un +6,8% rispetto allo 0,9 della media nazionale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: