Fiumicino: si parte o no? Ancora chiuso lo spazio aereo a tutti i voli per il Nord Italia

MappaNubeVulcanoIslanda

Ci avevano provato: dalle 7 di 'stamattina l'aeroporto di Fiumicino si era rimesso in moto per garantire il ripristino dei voli diretti al Nord Italia, poi la doccia fredda dell'Enac (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) che, due ore dopo, ha disposto la chiusura dell'intero spazio aereo del Nord Italia a tutti i voli.

Tra le prime tratte ad attivare gli imbarchi, quelle per Linate, Genova e Venezia con le inevitabili, lunghissime liste d'attesa per i voli di decine di compagnie dirette a Milano, Bologna, Venezia, Torino. Alle ore 9, le previsioni meteorologiche hanno invece costretto alla prudenza e al nuovo provvedimento cautelare.

Caos e rabbia dei passeggeri in attesa a Fiumicino che, pur avendo già fatto il check-in, sono rimasti a terra. Le stime sono allarmanti: molti dei passeggeri non potranno trovare posto su nuovi voli prima di 4-5 giorni a partire da oggi. E' comunque già possibile riprenotarsi sui primi voli utili sia ai terminal 1 e 3 di Alitalia, sia con Lufthansa e con le altre compagnie coinvolte.

Proprio a causa di questo 'falso allarme' sono stati potenziati in mattinata i desk informazioni anche agli arrivi internazionali, dove migliaia di passeggeri stanno provando a rientrare a Roma per poi tentare di raggiungere il Nord Italia. Anche 'stamattina molti hanno scelto di muoversi col treno, nonostante tutti i posti in direzione Milano risultino prenotati.

Notte da incubo per i 600 passeggeri che hanno dormito al Terminal 2: sono stati alloggiati sulle brandine allestite dalla Protezione Civile in collaborazione con Aeroporti di Roma (il cui sito non è al momento accessibile) che hanno messo a disposizione anche coperte e generi di conforto.

  • shares
  • Mail