Messa, benedizione e portafortuna per il primo giorno da Presidente di Renata Polverini


Come è risaputi, i panni sporchi si lavano (anche) in Chiesa. E' il ciclo peccato-perdono, bellezza. E così è stato anche per il Presidente eletto della Regione Lazio, Renata Polverini. La quale, dopo il tour de force di cattiva immagine causatole dal video di Striscia la Notizia che la ritrae a mercanteggiare raccomandazioni, ha deciso bene di dare un calcio d'inizio ufficiale alla sua esperienza in Regione con una bella messa di purificazione.

Il giorno del suo insediamento è cominciato così: con un momento di raccoglimento religioso, insieme con consiglieri e dipendenti, proprio nella cappella del palazzo della Regione Lazio. Non contenta del trattamento, Renata ha disposto che don Achim Schutz, cappellano regionale, benedicesse e dotasse l'ufficio del Presidente di crocifisso d'ordinanza. Gli altri amuleti (compresi cornetti rossi portafortuna) sono invece di provenienza Polverini.

Le parole più toccanti dell'omelia pronunciata da don Achim sono state quelle che ha indirizzato come buon auspicio alla neopresidentessa:

"Chi riesce ad autoeducarsi e a contribuire alla formazione del genere umano compie un atto di culto".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: