Tra un anno referendum a Roma sui grattacieli in città


Grattacieli a Roma si, grattacieli a Roma no. Potremmo presto essere noi romani, attraverso un referendum cittadino vincolante, a decidere se nella città Eterna, naturalmente solo nelle periferie, si potranno costruire torri alte centinaia di metri o se invece tutto ciò sarà proibito.

Ad annunciarlo è stato, ieri al termine della conferenza sull'architettura all'Auditorium, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. "Credo che la prossima primavera potremo indire un referendum popolare sui grattacieli a Roma- sono state le sue parole- Credo che questo sia un argomento su cui sia il popolo di Roma a dover scegliere. Chiederemo ai cittadini se a Roma si potrà costruitre torri e se invece tutto ciò sarà del tutto vietato".

Il sindaco ha chiarito che una scelta del genere deve essere fatta dal popolo anche se, "è ovvio che non si potranno realizzare ovunque". Per Alemanno, inoltre, all'interno dei grattacieli, se il popolo dirà di si, non saranno costruite case ma solo uffici "per evitare altri Corviale in verticale". Noi di 06blog, che di grattacieli ha Roma ne avevamo parlato anni fa mostrandovi anche progetti sul punto di essere costruiti (qui e qui), proviamo ad anticipare il referendum. Voi che ne pensate: volete torri in città o preferite che Roma sia grattacieli-free? Votate!

  • shares
  • Mail
76 commenti Aggiorna
Ordina: