Linea D della metro di Roma: si fa avanti l'ipotesi di un tracciato circolare


Per ora è solo un ipotesi, molto affascinante ma solo teorica: la metro D di Roma, i cui lavori, secondo RomaMetropolitane, dovrebbero partire ad inizio 2011, potrebbe cambiare tracciato e diventare una linea circolare.

La notizia è stata data dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, nel corso del workshop internazionale "Nuovi Modelli di trasformazione urbana" in corso all'Auditorium di Roma alla presenza di archistar del calibro di Fuksas, Meier, Calatrava e Portoghesi. "Il bando per la metro D - ha spiegato, in poche parole, il sindaco - parte dall'attuale tracciato ma consentirà a chi vi parteciperà di presentare anche altri tracciati. La metro D, quindi, potrebbe anche diventare una linea circolare se ci saranno soluzioni convincenti".

E' evidente che per ora si tratta solo di ipotesi, ma la sola possibilità che la quarta linea del metrò di Roma non colleghi più il Nuovo Salario all'Eur, passando per il centro storico e Trastevere, ma diventi una circoare per collegare i quartieri periferici e fare rete con le linee A, B, B1 e C è molto suggestiva. E' lo stesso Alemanno, però, che ne parla come di una sola ipotesi: "La linea D - ha detto - potrebbe non passare più per il centro ma collegare circolarmente le periferie. Resta naturalmente il diritto di prelazione per chi ha presentato il progetto originale nella prima gara. Tracciati alternativi devono avere, inoltre, una compatibilità economica". Un problema, quest'ultimo, certamente non da poco. Ma voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: