L'Air Terminal trova pace: entro un anno diventerà il tempio dell'agroalimentare italiano con la sede di Eataly


A venti anni esatti dalla sua inaugurazione sembra finalmente essere arrivato il momento della soluzione finale per l'Air Terminal dell'Ostiense, la grande stazione ferroviaria realizzata per i mondiali di calcio del 1990 ed abbandonata pochi mesi dopo il fischio finale di Germania-Argentina.

Cosa diventerà, dunque, l'Air Terminal? L'ex stazione, entro un anno da oggi, si trasformerà nel "tempio dell'agroalimentare di qualità italiano" ospitando la sede romana di Eataly, una catena di agroalimentare di alta qualità che si occupa di vendita ma anche di ristorazione sotto l'egida di Slow Food. A darne notizia è stato il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, al termine della prima giornata del workshop internazionale "Nuovi Modelli di trasformazione urbana".

"L'opera, frutto di un accordo tra privati - ha detto il sindaco - Alemanno, sarà pronta entro un anno a costo zero per il Comune perché i fondi della riqualificazione saranno tutti a carico degli stessi privati. Dal Comune solo l'impegno del cambio di destinazione d'uso. Evitata, per fortuna, l'ipotesi di farne un banale centro commerciale. Ma forse si poteva anche utilizzare per farne case.

Foto: Romeartlover

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: