Il Carnevale degli animali e altre bestie d'amore con Vinicio Capossela aspettando il Festival di Villa Adriana 2014

Nel regno delle bestie cantate e incantate con Il Carnevale degli animali e altre bestie d'amore, Vinicio Capossela e ensemble, Trio Amadei e i solisti della Vianiner Philharmoniker, nel Canopo di Villa Adriana, in anticipo sul Festival di Villa Adriana 2014.

Ha grandi ali l'uccello del sole .. il corvo è torvo ..le sirene ti parlano di te .. ma le braccia sono ali sul lido della terra, e la passione libera dalle gabbie lo zoo che è dentro di noi ...

Un viaggio musicale nelle viscere poetiche dell'umanità, con le Bestie cantate da Vinicio Capossela, insieme al suo ensemble, al Trio Amadei e i solisti della Vianiner Philharmoniker, con le musiche di Camille Saint-Saëns, per entrare nel regno delle "bestie incantate" con il "Il Carnevale degli animali e altre bestie d'amore".

Un viaggio che lunedì 22 luglio 2013 anticipa il ritorno bramato a lungo del Festival di Villa Adriana, e quella la kermesse internazionale di Tivoli interrotta dall'estate 2011, che riprenderà nel 2014, dopo questa singolare anteprima con il bestiario degli uomini, il ric festival-rieti invasioni creative Dal dal 27 luglio al 3 agosto, e il festival nel parco archeologico di Vulci, da fine luglio a metà agosto.

"... Chi sono, gli animali che compaiono nei nostri sogni, e perché vengono proprio a noi che abbiamo trascorso gli ultimi due secoli a sterminarli regolarmente, a un ritmo sempre più rapido, senza pietà, specie per specie, in ogni parte del mondo? Eppure con quanta incrollabile fiducia continuano a entrare nella nostra anima del sogno, nelle nostre fantasie infantili, nel nostro immaginario artistico..." James Hillman "Animali del sogno"

"Bestiari... Gli animali, maschere d'enigma... Maschere d'accesso al sacro... Deità' misteriche con cui dividiamo il creato. Nei bestiari medievali venivano studiati, non nel senso zoologico, scientifico ... Uscire dal reale ed entrare nel vero."

Le nature degli animali rappresentative delle nature dell'uomo, dell'amore, del peccato. La signoria dell'uomo, trasformata man mano in indifferenza, cecità... non conoscenza. Gli animali sono usciti dalle nostre vite e sono entrati nei cartoni animati e nei documentari, oppure sulla tavola, dove si consuma il nostro principale rapporto con loro: mangiarli.

Stanno lì'... grandi sfingi di pietra... (come non si siano organizzati per scacciare l'uomo, resta un mistero) che custodiscono templi, accompagnano deità, che sono forse Dei essi stessi, come l'orso, che per i siberiani era un Dio in persona.

Rinunciare agli animali e' amputarsi dell'accesso alla natura, che, come dice Psarantonis, e' il Dio. Dunque l'animale e' la manifestazione del divino... Di un altra lingua che si parla sulla terra.

Quella che fa dire a Céline ammirato, in morte del suo cane ... “Se ne e' andata dopo tre piccoli rantoli, senza lamentarsi... in posizione davvero bellissima, come in pieno slancio, in fuga... il naso puntato verso il nord, verso le sue foreste, la' in alto, da dove veniva ... senza trallalà, la messa in scena che nuoce sempre agli uomini.

Nell'amore siamo governati dalla nostra parte più istintuale. Possiamo studiare, come ha fatto Richard de Fournival, i comportamenti, le nature che si rivelano nel sentimento amoroso, paragonandole a quelle degli animali, come erano conosciuti nel Medioevo. Il bestiario d'amore e' lo zoo che conteniamo in noi stessi, quando la passione apre le gabbie”.

VINICIO CAPOSSELA voce, pianoforte, chitarra
ALESSANDRO STEFANA chitarra
VINCENZO VASI theremin, marimba, campionatori
ZENO DE ROSSI batteria
PEPPE FRANA liuto, strumenti medievali a plettro
LILIANA AMEDEI violino
ANTONIO AMEDEI violoncello
MARCO AMEDEI pianoforte
MATTIA PETRILLI flauto
HELGA PLANKENSTEINER clarinetto, sassofono
LAURA LANZETTI pianoforte
SEBASTIANO AIROLDI violino
FRANCOISE RENOIRE viola
AMERIGO BERTANI contrabbasso

Se qualcuno dovesse avere ancora qualche perplessità, la perderà dopo questo ultimo video registrato durante la serata "Bestiario d'amore" del 7 luglio 2013 presso il Castello di Varano de' Melegari (PR), con Vinicio Capossela, il Trio Amadei, i Solisti della Vianiner Philarmoniker e Peppe Frana, che rendono omaggio a De Andrè con un Valzer per un amore, e Dori Ghezzi è fra il pubblico...

Via | Facebook

  • shares
  • Mail