Roma arDente: specialità liguri alla Taverna Giulia in centro storico


Mettete che una sera a cena vi vada di provare una cucina diversa, di addentrarvi in specialità che non occupano la vostra tavola quotidianamente: potete provare la Taverna Giulia in centro nei pressi di corso Vittorio, indirizzo collaudato che nel menu propone, accanto a piatti classici, ricette della tradizione ligure (e infatti nella sala in stile classico ci sono mortai ovunque), anche se ha un nome che più romano non si può.

Per chi non conoscesse la cucina della regione più stretta d’Italia, vi basti sapere che è povera, che ha per materie prime molte erbette e in generale prodotti dell’orto e, soprattutto, che non è fatta solo di pesto alla genovese. Apriamo la cena sfiziandoci con un piatto di alici bianche marinate, della qualità ligure, manco a dirlo. Anche chi non ama l’aceto le divorerà in un sol boccone.

Come primo sponsorizziamo convinti i pansoti (sono pasta fresca, tipo ravioli ma ripieni di borragine) conditi con la salsa di noci. Divini, indescrivibili. Chi aveva voglia di mare ha provato il risotto alla Portofino: un banale risotto alla pescatora con pesce e frutti di mare, ma in bianco, perché in Liguria il pomodoro ai fornelli si usa pochissimo.

Per secondo, visto che il tempo pasquale non è ancora finito, optiamo per una torta Pasqualina: eterna e irrisolvibile la battage tra chi dice che l’originale è con le bietole e chi dice che è con i carciofi. Qui hanno tagliato, come si suol dire, la testa al toro e hanno usato entrambe le verdure, insieme. Dispute a parte, era un po’ stantia e pure scaldata male.

Va meglio a chi continua a tuffarsi in mare con le scaloppine di cernia alla Riviera accompagnate da carciofi o il branzino alle olive taggiasche. La marinatura di quest’ultimo doveva avere un ingrediente segreto, perché il branzino presentava un profumo particolare, quasi di limone e spumante. Arrivati al dessert ce la fa soltanto uno, e ordina una creme brulèe più somigliante a una gelatina che a un budino. Il conto si aggira sui 40-45 euro a persona con una bottiglia di vino bianco locale.

Taverna Giulia
Vicolo dell’Oro, 23
00186 – Roma
Tel 06 6869768
www.tavernagiulia.it

Foto | Flickr

Taverna Giulia
La torta pasqualina
Il fiore di borragine

  • shares
  • Mail