Metro C da Pantano a Centocelle - Apertura a giugno 2014, pre-esercizio al 15 dicembre 2013

I tempi della Linea C della Metropolitana slittano ancora, con l'apertura del tratto Da Pantano a Centocelle, rinviata da luglio 2013 a giugno 2014, del pre-esercizio al 15 dicembre 2013.

A margine della cerimonia in ricordo dei dipendenti caduti durante i bombardamenti del 43 al deposito Atac, l'assessore ai Trasporti e alla Mobilità di Roma, Guido Improta, ha confermato che la commissione Trasporti della Camera dei deputati ha approvato un emendamento che indica per il 15 dicembre sia l'avvio del pre-esercizio della tratta Pantano-Centocelle della linea C della metropolitana, che il termine per la presentazione del progetto definitivo della tratta Colosseo-Piazza Venezia, 'salvando' quindi quel finanziamento degli oltre 370 milioni di euro, previsti dal decreto del 'fare, per la tratta Colosseo-Piazza Venezia della Metro C, inizialmente vincolati all'avvio dell'esercizio sulla tratta Pantano-Centocelle entro ottobre.

13 luglio 2013 - Metro C - apertura Da Pantano a Centocelle slitta a giugno 2014

Oggi è ancora il giallo cantiere della Metro C ad addensare qualche nube sulla nuova giunta comunale, e il lavoro del neo assessore alla mobilità Guido Improta, costretto ad annunciare il rinvio dell'entrata in esercizio della tratta Centocelle-Pantano a giugno 2014.


"Pensiamo che le attività di pre esercizio della tratta Centocelle-Pantano della linea C della metropolitana possano essere attivate entro la fine dell'anno per arrivare a un entrata in esercizio entro giugno 2014".

Un traguardo fissato dalla precedente giunta del Sindaco Alemanno a luglio 2013, impossibile da raggiungere già da allora senza nomine Atac della commissione per le operazioni di collaudo e pre-esercizio, con norme antincendio cambiate che richiedono nuovi interventi sulla infrastruttura, e la talpa che avrebbe dovuto scavare le gallerie, ferma dall'ottobre del 2011 a San Giovanni.

Uno stop causato dalla soprintendenza dei beni archeologici, che non ha autorizzato l'uscita per analizzare il materiale sovrastante, e ora apre la discussione sui due anni necessari alle analisi, insieme alla preoccupazione del Sindaco Marino, presente al sopralluogo nel cantiere di via Taranto, per il costo e i tempi richiesti per smontare la talpa sotto della stazione San Giovanni, e rimontarla a via Sannio per la tratta successiva.


"E' evidente che questo ritarderà molto l'avvio dell'esercizio della metropolitana e sarà oggetto di ulteriori confronti in giunta perché dovremo comprendere come meglio investire i soldi dei cittadini cercando di affinare il progetto in modo che non ci siano troppi ritardi".

Con i tempi ufficiali tutti quanti saltati, Impronta, è quindi dovuto correre ai ripari per non perdere il finanziamento degli oltre 370 milioni di euro, previsti dal decreto del 'fare per la Metro C, e vincolati dall'entrata in esercizio della linea entro fine anno.


"Ci siamo già attivati presso i deputati affinché il decreto in discussione alla Camera preveda un emendamento che fissa al 30 dicembre la data di inizio del pre-esercizio".

Ovviamente a questo punto

"si dovrà definire, con la società Metro C, un nuovo crono programma di attività da condividere con le altre istituzioni interessate".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: