Estate 2013: scatta l’operazione spiagge sicure

Oltre a quelle che permettono l’accesso ai cani e a quelle attrezzate specificamente per i bambini (poche in verità, affermano i genitori che conosco), l’estate 2013 è quella delle spiagge sicure, almeno sul nostro litorale laziale.

Oltre a un gran numero di defibrillatori presenti nei lidi, obbligatori ad esempio in tutta l’area di Anzio e Nettuno (pur avendo fatto scoppiare a suo tempo una polemica su chi avrebbe avuto le competenze necessarie per usarli in caso di effettivo bisogno), l’Ares, cioè l’azienda regionale che si occupa di emergenza sanitaria e primo soccorso, ha varato un nuovo piano d’azione con mezzi e turni rinforzati per tutta la stagione estiva.

In pratica scenderanno in campo ben 19 ambulanze aggiuntive che stazioneranno nei pressi degli stabilimenti balneari, dei campeggi e delle piazzole di sosta sui lungomare di tutti e 120 i km di costa regionale, dalle Alpi alle Piramidi, cioè da Civitavecchia a Torre Asturia. Quindi avremo a disposizione per colpi di calore o altro, circa un automezzo ogni 7 km, oltre a un intensificato pattugliamento delle strade nelle ore di maggiore traffico, anche se quest’anno la crisi ha fatto cancellare il bollino nero e limitato a un solo fine settimana il rosso.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail