Tempio di Venere e Roma riapre da maggio all'ombra del Colosseo

Templo_de_venus_e_roma2_wikipedia

Dopo Vigna Barberini e le Arcate Severiane tornerà visitabile un altro tassello della Roma Imperiale. Eretto per volere di Adriano sul vestibolo della Domus Aurea su modello dei templi greci, il Tempio di Venere e Roma (Templum Veneris et Romae), dedicato alla dee Venus Felix e Roma Aeterna, occupa tutto lo spazio tra la basilica di Massenzio ed il Colosseo.

Un tempio per due dee con due distinte celle, una per la Dea Roma guardava al Colosseo, l’altra per la Dea Venere guardava al Foro Romano. La direttrice del Palatino Mariantonietta Tomei ha spiegato che a maggio verrà riaperta la terrazza del Tempio con la cella di Venere, mentre la cella di Roma dovrebbe essere riaperta a novembre.

Tornerà così visitabile dopo essere rimasto chiuso per un decennio, il più grande tempio conosciuto dell'antica Roma, dedicato al culto di Venere – genitrice di Enea e dei Giulii – e a quello di Roma Eterna, entrambe funzionali al progetto politico e religioso di Adriano, che fondava il proprio potere nel culto di Roma e dell'imperatore.

Foto: Wikipedia

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: