Restauro del Colosseo: una cordata di imprenditori italiani salverà l'anfiteatro dalle incrostazioni di nero inquinamento


Il Colosseo è nero da far schifo. La foto con cui apriamo questo post lo dimostra. Il restauro della parte esterna del monumento è, quindi, quanto mai urgente ma ieri dal sindaco Alemanno sono arrivate novità importanti. Sarà infatti una cordata di imprenditori italiani e restaurare il monumento simbolo di Roma e probabilmente anche dell'Italia intera nel mondo.

L'annuncio è arrivato ieri pomeriggio. Per il restauro del Colosseo, ha detto il sindaco, "stiamo lavorando con una cordata di imprenditori italiani ed abbiamo già individuato un capofila. Quella dello sponsor giapponese era un'ipotesi passata. L'idea è quella di fare una specie di staffetta tra i vari imprenditori, che si prenderanno ognuno un pezzo di anfiteatro, per arrivare ai 50-60 milioni che sono necessari per il restauro integrale".

Dopo Pasqua, ha assicurato il sindaco, si avranno più certezze sui tempi. "Ho parlato con la sovrintendenza e con il commissario Cecchi ed ho chiesto un progetto complessivo. Dal punto di vista tecnico siamo pronti - ha aggiunto Alemanno - Ora dobbiamo solo metterci al tavolo con gli imprenditori e far partire la staffetta" che, secondo quanto aveva detto in passato il sottosegretario ai Beni Artistici, Francesco Giro, dovrà portare al restauro del Colosseo entro il 2011. In realtà i tempi sono strettissimi e già in passato avevamo espresso tutta la nostra preoccupazione per una serie di annunci, a cui aveva fatto seguito il nulla, che altro non facevano che spostare a date sempre più in avanti l'asticella del traguardo. Ora potrebbe essere la volta buona. Speriamo, il mondo ringrazierebbe.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: