La settimana dei Municipi. Giunte ritardatarie, perchè?

Ritardi, beghe politiche per le nomine, e così – nonostante il 3 luglio sia partita ufficialmente la legislatura nei Municipi della Capitale – quattro Municipi di Roma sono ancora sprovvisti di Giunta. Perchè?

Innanzitutto vediamo caso per caso di chi si tratta: il primo da segnalare è Monteverde, il Municipio XII, e la cosa stupisce tanto più che la presidente Cristina Maltese non aveva dovuto “scomodarsi” neanche ad andare al ballottaggio, visti i consensi ottenuti al voto.

Ebbene, proprio il Municipio XII la Giunta non si è ancora costituiti: in discussione le nomine di 5 candidati mini-assessori (sui 6 previsti), fra cui Valerianie Patanè ma anche Geraci e Mozzilli. “E' tutto sotto controllo – ha detto il minisindaco Cristina Maltese – Ho praticamente chiuso. A un certo punto farò di testa mia”.

Anche Giammarco Palmieri in Municipio V sembra in alto mare, al Prenestino, bloccato a quanto sembra (anche) da questioni legate alle presidenze delle Commissioni. Basta considerare che venerdì stava per saltare perfino l'elezione del presidente del Consiglio municipale a causa di franchi tiratori interni alla maggioranza.

Situazione tesa anche per Marco Scipioni in Municipio XI, che sta affrontando ancora il tema quote rosa. Daniele Torquati invece in Municipio XV (Cassia) è alle prese con il problema della riduzione del numero degli assessorati, da sei a quattro: i posti si riducono, la scelta dei candidati si stringe e le lotte intestine per piazzare i propri nomi aumentano ovviamente.

Inoltre sono ancora incerte, ad ora, le sedi definitive del presidente del Municipio I Sabrina Alfoni, del II di Giuseppe Gerace e del V Palmieri oltre che del VII Susi Fantino. Vi teniamo aggiornati.

  • shares
  • Mail