Flash Mob "Fai la valigia" a Roma: da Facebook a Trastevere

Fai_la_valigia Prendete la ‘politica dell’ossigeno’ di Brunetta, un gruppo di studenti e giovani precari di Roma, una valigia, e iniziamo il viaggio di "Fai la valigia", la mobilitazione di gruppo partita dal web che si è trasforma in festa. (alla fine video Fai la valigia party)

Con il supporto del passaparola di facebook e di manifesti rosa che hanno invaso le strade di Roma, tanti giovani precari offesi dalla beffa di brunetta che li ha definiti ‘bamboccioni’ dopo il danno perpetrata da un paese di dinosauri, hanno deciso di reagire alla provocazione.

Una provocazione che da internet li ha portati fuori di casa, fino a Trastevere, dove dopo aver preso appuntamento con un'agenzia per visitare un appartamento in vendita, una trentina di ragazzi provvisti di valigie piene di champagne, musica, trombette e cotillons hanno festeggiato per circa un quarto d’ora in un’abitazione che non si possono decisamente permettere, sotto gli occhi increduli dei padroni.

A quanto pare con gli oltre mille viaggiatori del gruppo facebook pronti a muoversi la "valigia" tornerà a colpire, e questo flash mob potrebbe presto non essere un fenomeno isolato.

Un gesto di protesta forse poco utile ma perfettamente inseribile nella spirale di malcontento ed esasperazione che riguarda tanti giovani d’ogni età, ‘costretti’ a rimanere a casa con i genitori o in ‘comuni’ affollate con un solo bagno.

Però a me e ai tanti precari che come me si barcamenano facendo mille cose perché un solo lavoro (pagato a 30, 60, 120 giorni e qualche volta mai) non basta più, piacerebbe tanto vedere come vive un Brunetta con 500 euro al mese in aggiunta agli stipendi da fame previsti per qualsiasi giovane che inizia a lavorare. Si mi piacerebbe proprio tanto. Io se fossi in lui per dare credito alle sue ‘perle di saggezza’ lo farei.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: