Videosorveglianza a Roma: 5.396 gli occhi del nuovo Centro di Monitoraggio Sala Sitema Roma

new style_flickr_fracegipsy

Se vi siete sentiti a disagio davanti all’occhio vigile puntato su corsie preferenziali, musei, monumenti, parcheggi, stazioni ferroviarie o incroci stradali, tenetevi forte, perché sembra che da 1.330, le telecamere monitorate presenti nella capitale nel giro di due mesi saranno 5.396 !!!

Nuovi occhi elettronici per la ‘sicurezza della città’, che nei prossimi mesi arriveranno anche su 10 auto della Municipale e altrettanti autobus dell’Atac, e confluiranno tutti in un'unica sala controllo operativa 24 ore su 24, con sei monitor e 4 operatori per turno, due vigili urbani e due addetti dell’Atac.

Il Centro di monitoraggio e raccolta di tutti i segnali video delle diverse telecamere sparse sul Comune di Roma, inaugurato di fresco nell’area delle ex manifatture tabacco in piazza Giovanni da Verrazzano all’Ostiense, è il primo nucleo della Sala Sistema Roma che nascerà presso il comando della Polizia Municipale, parte del Patto per Roma sicura siglato il 29 luglio 2008, e consentirà di centralizzare la rete di videosorveglianza del Comune e delle aziende comunali.

In caso di gravi emergenze le informazioni elaborate dal nuovo software SIRS (Sistema Integrato Roma Sicura) passano ad un’Unità di crisi nata per interventi rapidi, mentre in caso di necessità gli apparati di controllo possono essere usati, sotto la direzione del Sindaco, per videoconferenze con altre sale operative (Protezione Civile, Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco), senza contare che in base a convenzioni da stipulare, al sistema video potranno partecipare anche gli impianti di banche e uffici postali.

Il finanziamento necessario per far partire la «Sala Sistema» è di 250 mila euro, e il funzionamento dell’apparato è affidato al Sirs, il Sistema integrato Roma sicura, che analizzerà situazioni di disordine urbano, degrado e abusivismo. Qualunque sia la vostra opinione in merito, evocazioni di orwelliana memoria sono quasi inevitabili.

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: