Palazzo Chigi: visite straordinarie con FAI di Primavera 2010

Giornata_FAI_Primavera_2010

Aree archeologiche, percorsi naturalistici, borghi, giardini, chiese, musei … saranno ben 590 i monumenti italiani eccezionalmente aperti, con un contributo libero, per la XVIII edizione Giornata FAI di Primavera, e oltre 12.000 i giovani studenti Apprendisti Ciceroni, pronti ad accompagnare i visitatori alla scoperta dei monumenti.

Tra gli appuntamenti del Lazio, a Roma, sabato 27 e domenica 28 marzo 2010, la Giornata FAI aprirà le porte di Palazzo Chigi, sontuosa sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1961.

Residenza negli anni delle più importanti famiglie nobiliari di Roma e sede dell'ambasciata di Spagna e dell'ambasciata dell'Impero Austro-Ungarico, prima di divenire proprietà dello Stato italiano nel 1917 e sede del Ministero degli Esteri nel 1922, il palazzo ha finito per accumulare un patrimonio artistico e storico inestimabile.

La Giornata FAI consentirà di visitare alcune delle sue sale più ricche di arte e storia come lo studio del Presidente del Consiglio, la Biblioteca Chigiana e la Galleria Deti, posta all'angolo tra il corso e piazza Colonna, decorata con stucchi dorati e affrescata con soggetti biblici e figurazioni araldiche da Flaminio Allegrini tra il 1616 ed il 1625, oltre ad essere teatro dell’attentato a Benito Mussolini, che l’aveva scelta come studio privato.

Sabato 27 e Domenica 28, dalle ore 9.30 alle 18.00, una visita dell'Istituto Nazionale degli Studi Romani, in Piazza dei Cavalieri di Malta 2 all'Aventino, consentirà di ripercorrere le vicende di uno dei luoghi più rappresentativi del Colle Aventino, dal chiostro al giardino pensile, dalle testimonianze settecentesche alle decorazioni napoleoniche, e di conoscerne le fasi delle campagne di restauro.

Palazzo Cesi a Via degli Acquasparta 2, visitabile negli stessi giorni allo stesso orario, acquistato nel 1567 dai Cesi, uno dei casati che più si distinsero nell'attività edilizia e nel collezionismo, oggi accoglie la Procura Generale Militare della Repubblica presso la Corte Suprema di Cassazione, e custodisce una biblioteca di oltre 7.000 pubblicazioni, la cui formazione risale al 1854.

Villa Hüffer in Via Nazionale 191, è un esempio significativo di edilizia privata di pregio di fine '800, progettata dall'architetto francese Pellechet, tra il 1880 e il 1883, per il ricchissimo imprenditore tedesco Wilhelm Hüffer. Lodato da Gabriele D'Annunzio per l'eleganza dei suoi ambienti, l'edificio è stato restaurato in anni recenti. Dal 2001 è di proprietà della Banca d'Italia che ne ha fatto la sede del suo Archivio Storico.

Sabato 27, dalle ore 9.30 alle 14.30 e domenica 28, dalle ore 14.30 alle 18.00, si potrà visitare l'edicola e l'Oratorio di Sant'Andrea, eretti a Roma da Papa Pio II nel 1462 nel luogo dove ricevette in dono la sacra reliquia del cranio di Sant'Andrea. All'interno del tempietto, fra quattro colonne, si trova la statua del santo, opera di Paolo Romano.

Tra le tante le iniziative in collaborazione con FIAB e CAI, domenica 28 marzo, alle 10, anche una biciclettata a Roma con visita all'Edicola e all'Oratorio di S.Andrea.

Per gli iscritti al FAI, o per chi si iscriverà durante le Giornate, sono previsti orari di visita esclusivi e corsie preferenziali, in più per questa edizione, chi si iscrive online al FAI dall' 1 al 31 marzo 2010 e partecipa al concorso “Cara Italia ti scrivo”, potrà vincere un volo per New York.

  • shares
  • Mail