Trovati cani e gatti morti al Casilino 900, indaga l'Enpa

cani e gatti morti al casilino 900

Anche dopo lo sgombero, il fantasma del Casilino 900 fa parlare di sé e dei suoi scheletri. Questa volta sono quelli di animali. E' una brutta storia, sulla quale ora s'indaga.

Sono state infatti trovate numerose carcasse di cani e gatti all'interno dell'area dove sorgeva lo storico campo e in quella vicina del Parco di Centocelle. Le guardie zoofile dell'ENPA di Roma hanno segnalato l'avvenimento alla Procura della Repubblica di Roma procedendo contro ignoti ipotizzando reato di uccisione di animale, punibile fino a 18 mesi di reclusione.

Fra le carcasse anche quella di un cane bruciato. Un altro cane è stato rinvenuto morto con numerosi lacerazioni sospette, al punto da indurre gli agenti della protezione animali a porre sotto sequestro il cadavere a disposizione dell'autorità giudiziaria, che ne potrà disporre per gli esami necessari al fine di accertarne le cause del decesso.

C'è anche una polemica con l'ASL perché il veterinario intervenuto sul posto, prosegue la denuncia dell'Enpa, non ha ritenuto fosse il caso di indagare oltre e ha disposto il trasporto dei cadaveri al canile comunale per l'incenerimento, lasciando invece sul posto i resti del cane bruciato, decisione molto discutibile ad avviso dell'ENPA.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: