Domenica 14 marzo rimozione di un ordigno esplosivo sulla Tiburtina: disagi per traffico, mezzi pubblici e residenti

OrdignoBellicoSecondaGuerraMondiale

Risale alla Seconda Guerra mondiale, è di fabbricazione statunitense ed è stato sganciato durante i bombardamenti della Capitale. E' un ordigno inesploso che gli operai hanno scoperto nel corso dei lavori per la nuova stazione, in via dello Scalo Tiburtino, presso largo Camesena.

Domenica inizieranno le operazioni di despolettamento e rimozione: tutta l'area sarà presidiata dalle forze dell'Ordine e dalla Polizia Municipale e l'accesso sarà possibile solo su autorizzazione del Centro Operativo Misto che coordinerà le operazioni. A partire dalle 7 e 30 infatti, i vigili evacueranno i 4000 abitanti dei palazzi compresi in un raggio di 300 metri. Potranno rientrare nelle abitazioni solo al termine delle operazioni di messa in sicurezza, previste per le ore 13 e 30.

Dalle ore 9 e 30 scatterà invece il piano salva-trasporti. La viabilità dell’area sarà interdetta nell’area compresa tra Stazione Tiburtina e via Tiburtina (all'altezza di via delle Cave di Pietralata). Sempre dalle 9 e 30 verrà interrotto il servizio della linea B della metro, nel tratto compreso tra Monti Tiburtini e Castro Pretorio, che sarà sostituito da un servizio bus navetta. Dopo il salto, trovate tutte le variazioni delle singole linee dei mezzi pubblici.

Le deviazioni degli autobus
La linea C2 da via Tiburtina percorrerà piazza Valerio Massimo, viale e piazza delle Province, piazza Bologna e via Livorno, per poi tornare sul normale percorso. Dalla circonvallazione Salaria gli autobus transiteranno per via Livorno, piazza Bologna, viale e piazza delle Province e via Tiburtina. La linea C3 proveniente dal cimitero Flaminio, la 71 da piazza San Silvestro e la 492 dalla stazione metropolitana “Cipro”, devieranno per viale e piazza delle province effettuando capolinea provvisorio in via della Lega Lombarda. Sul percorso di ritorno, i mezzi percorreranno via Tiburtina.

La linea 111F seguirà un percorso circolare con capolinea unico in piazza Federico Sacco. La linea 120 proveniente da piazzale Recanati e le 163F e 309 da Santa Maria del Soccorso, da via Tiburtina devieranno per via Cave di Pietralata, via Meda, via Durantini, via Monti Tiburtini, largo Lanciani, via Corvisieri, via Nardini e viale XXI Aprile.

Da qui i bus della 309 riprenderanno il normale percorso, mentre i bus delle altre due linee proseguiranno per piazza Bologna, viale e piazzale delle Province. Nei percorsi inversi, la 163F percorrerà via Tiburtina, e piazzale villa Massimo. Da qui, deviazione in comune con la linea 120 percorrendo piazzale e viale delle Province.

La linea 135 dalla Tangenziale Est svolterà per via Livorno, piazza Bologna e via XXI Aprile dove effettuerà capolinea provvisorio presso quello della 445. Da qui, percorso deviato inverso fino alla Tangenziale, da dove riprenderà il normale itinerario. Le linee 409 e 545 limiteranno le corse in via di Portonaccio mentre 490, 495 e 649 limiteranno in piazzale delle Province. La linea 440 infine, effettuerà capolinea unico presso la stazione metrò “Quintiliani” percorrendo via Cave di Pietralata, via Tiburtina, via Checchi, via Rossi e via dei Durantini.

La navetta sostitutiva per la Linea B della Metropolitana
Dalla stazione metro “Castro Pretorio” partiranno invece gli autobus sostitutivi che percorreranno via del Policlinico, via Morgagni, via Bari, piazza Lecce, via Catanzaro, via Ravenna, piazza Bologna, viale XXI Aprile,via Nardini, piazza Armellini, via Giorgi, via e largo Lanciani, via Monti Tiburtini, inversione di marcia passando per la rampa di immissione per via Tiburtina, via monti Tiburtini fino alla stazione del metrò. In senso opposto, bus su via Monti Tiburtini, largo e via Lanciani, via Corvisieri, via Nardini, viale XXI Aprile, piazza Bologna, via Ravenna, via Catanzaro, piazza Lecce, via Bari, via Morgagni, viale del Policlinico, via Castro Pretorio, via San Martino della Battaglia.

  • shares
  • Mail