Centrale Montemartini: archeologia industriale, statue classiche, musica e vino

Centrale Montemartini, Ostiense, Roma

Se vi piacciono i luoghi insoliti pieni d’atmosfera, consiglio di fare un salto alla Centrale Montemartini in Via Ostiense 106, e di lasciarvi andare all’immaginazione più suggestiva tra le imponenti turbine a vapore e i colossali motori diesel della vecchia Centrale Termoelettrica e le silhouette marmoree d’arte classica provenienti dai Musei Capitolini, che convivono da anni in un polo espositivo a dir poco unico.

La struttura inserita nel progetto di riqualificazione della zona Ostiense Marconi, insieme al Mattatoio, al Gazometro, alle strutture portuali, l'ex Mira Lanza e gli ex Mercati Generali, è stata anche ulteriormente 'riallestita' per ospitare mostre e spettacoli dal vivo.

La nuova programmazione serale, inaugurata dalla rassegna Montemartini blue note a partire dal 9 aprile, ogni venerdì e sabato offrirà ben due live jazz, alle ore 20.00 e alle 22.00, seguiti dalla degustazione di vini del Lazio nel wine bar a cura dell’Enoteca Regionale Palatium.

Si inizia venerdì 9 e sabato 10 aprile con Stefano Di Battista jazz quartet, l 16 e 17 si esibiranno i Remo Anzovino trio, il 23 aprile e il 24 MJQ Sounds, serata speciale venerdì 30 aprile con il concerto Musica di ieri e musicisti di oggi e viceversa, il 7 e 8 maggio Enrico Pieranunzi, ospite sabato 15 maggio per la Notte dei Musei Gegè Telesforo Quintet, il 21 e 22 maggio Maurizio Giammarco jazz quartet, il 29 maggio Danilo Rea, e il 4 e 5 giugno chiuderanno la rassegna i Roberto Gatto Quartet.

Eccetto la Notte dei Musei del 15 maggio, il biglietto per Concerto + Degustazione è di 7.00 €, con prevendita a partire dal 30 marzo presso la biglietteria della Centrale Montemartini, da martedì a domenica, dalle ore 9.00 alle 18.30.

Alla fine della rassegna, organizzata da Zètema Progetto Cultura in collaborazione con Rai Nuovi Media (i concerti saranno ripresi e disponibili on demand su sito Rai Music), per la direzione artistica di Federica Gentile, le aperture serali riprenderanno a settembre con la stagione autunnale, e la musica tornerà a rendere ancora più suggestiva l’archeologia classica e industriale custodita dallo spazio. Se non riuscite a immaginarla vi lascio con un video.

  • shares
  • Mail