Parcheggiatori abusivi: paghiamo 100 euro l’anno


Torniamo a parlare oggi di un argomento che giustamente aveva suscitato parecchi commenti indignati: quello dei parcheggiatori abusivi. Sì, perché se tutti, chi più chi meno, abbiamo la percezione di quanti soldi se ne vadano nelle loro tasche quando parcheggiamo per andare al cinema, a un concerto, a uno spettacolo teatrale o semplicemente a fare una passeggiata, diverso è quando si ha sottomano una stima.

Il Codacons, una delle principali associazioni dei consumatori, ha calcolato che ognuno di noi all’anno paga un ‘pizzo’ a questi individui pari a 100 euro, a volte 150 se abbiamo la sfortuna di incorrere nei parcheggiatori più esosi, quelli cioè che non si rifanno al nostro buon cuore, ma ci chiedono una tariffa fissa.

Si tratta di un’estorsione bella e buona, in quanto nel 90% dei casi, all’uscita, il parcheggiatore non si trova più e quindi non abbiamo, di fatto pagato, per farci controllare l’auto, ma soltanto per evitare ritorsioni alle gomme o, peggio ancora, alla fiancata.

Pare, sempre secondo il Codacons, che il prezzo standard sia 2 euro, poi ci sono quelli economici che te ne chiedono 1, ma anche quelli sfacciati che arrivano a pretenderne 3 o 4, come gli ormai famigerati abusivi di Testaccio che hanno talmente esasperato gli automobilisti che questi, taglieggiati ogni giorno, hanno creato un gruppo su facebook.

Ma forse qualcosa si muove: dopo le misure annunciate dalla commissione Sicurezza del Campidoglio, sabato scorso, prima e durante la partita Roma-Milan, all’esterno dello stadio Olimpico è stata effettuata una maxioperazione da agenti in borghese e non che hanno denunciato 13 guardamacchine non autorizzati: 5 stranieri e 8 italiani. Speriamo sia solo il primo passo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: