Stornelli, canzoni romane e su Roma: la top 50 di 06blog


Roma incanta e Roma si canta, o meglio, si fa cantare, dalla musica popolare come dagli autori di musica leggera che alla sua ombra sono nati, cresciuti e soprattutto si sono ispirati. Non c’è e non ci può essere una voce unica che renda omaggio alla Capitale, a volte stonata, a volte in perfetto accordo con il diapason, ma la musica c’è sempre, anche quando si fa fatica a individuarla dietro il rumore del traffico impazzito, dietro i clacson, dietro il martellare nei cantieri o il vociare dei mercati e ne costituisce l’anima, il cuore che batte.

E allora mi sono chiesta: qual è la canzone su Roma più bella di tutti i tempi? Difficile dirlo, infatti sarete voi lettori di 06 a stabilirlo, ma non senza un piccolo ripassino insieme, prima. Roma e musica: non si può non pensare a Rugantino e Rosetta e al loro amore scandito dalle indimenticabili musiche del maestro Trovajoli, ispirate ai ben più veraci stornelli romani, ma neppure a figure di spicco come ‘il reuccio’ Claudio Villa, Gabriella Ferri o a Lando Fiorini, ancora oggi star incondizionata del Puff.

A far restare senza fiato sono certamente le piazze e i monumenti, descritti quasi scientificamente uno per uno, negli anni, da autori del calibro di Sergio Cammariere, Vinicio Capossela, Versoest; ma la sua poesia è somma anche colta nella sua routine quotidiana, come fa la chitarra di Luca Barbarossa, Francesco De Gregori, Claudio Baglioni.

E poi c’è chi sulla propria romanità, sull’amore per la propria città, ci ha giocato la carriera, come l’inossidabile Venditti, Califano e gli attuali Colle der fomento. Ma il fascino di Roma conquista tutti, dal centro alle periferie, sapientemente cantate da Eros Ramazzotti come da Renato Zero e da altri Zero, gli Assoluto. Ora non vi resta che votare e segnalare nei commenti se, ahimé, ne ho scordata qualcuna.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: