Pdl-Lazio nel caos: irregolarità anche nella lista e nel listino Polverini


Fuori la lista provinciale del Pdl, fuori il listino e fuori anche la lista civica... Si sta trasformando in una vera e propria odissea la corsa di Renata Polverini e del Pdl verso le regionali del Lazio del 28 e 29 marzo... Facciamo un po' di chiarezza.

Dopo la prima mazzata, ovvero l'esclusione della lista provinciale di Roma del Pdl, la notizia di oggi è che altre in due liste collegate al centro destra si sono verificate irregolarità: la prima riguarda la Lista Civica Polverini, sospesa dalla competizione dopo un ricorso di Forza Nuova a causa della somiglianza del simbolo dei civici della Polverini ad uno dei neofascisti. La seconda, potenzialmente più grave perché determinerebbe l'esclusione della stessa Renata Polverini, riguarda il cosiddetto listino del presidente: in questo caso mancherebbe una firma e si tratterebbe solo di un vizio formale.

Cosa succedera? Gli addetti ai lavori dicono che questi due problemi saranno superati a breve. La mancata firma nel listino potrà essere sanata. Ed il ricorso di Forza Nuova pare che non porterà a nulla. "Sembra un problema molto tecnico" ha spiegato in poche parole anche Alemanno mentre uno dei coordinatori del Pdl nel Lazio, Alfredo Pallone, ha così liquidato la faccenda: "Stiamo predisponendo quanto necessario per apporre anche la mia firma sulla documentazione, così come ci ha richiesto la Corte d’Appello. Si tratta di un rilievo formale, più che sostanziale". Ma resta in piedi il problema della lista del Pdl, con Maroni che frena quanti chiedevano una legge che sanasse il tutto: "un decreto - ha detto il ministro - è impossibile".

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: